I 10 imperatori piu’ pazzi della storia della Cina

0
367
title10 imperatori che con i loro vizi e con le loro politiche dissennate hanno condotto alla rovina le loro dinastie.
China.org.cn ha pubblicato una interessante classifica dei peggiori tiranni delle dinastie cinesi imperiali. I piu’ inetti e crudeli imperatori hanno quasi tutti due cose in comune: hanno decretato la fine delle loro dinastie e sono tutti vittime delle proprie pulsioni.
Liu Ziye
Liu Ziye (449-465) delle dinastie del nord e del sud, era il primogenito di Liu Jun, l’imperatore Xiaowu di Liu Song (420-589).  Divenne imperatore nel 464, con il titolo di Imperatore Qianfei, all’eta’ di 15 anni e fu assassinato un anno dopo da suo zio Liu Yu, principe di Xiangdong. E’ passato alla storia per la sua assoluta incompetenza, uccidendo parenti e alti ufficiali, e per la sua dissolutezza. Il padre, l’imperatore Xiaowu, quando era ancora in vita, non nutriva simpatia per Ziye e aveva accarezzato l’idea di rimpiazzarlo con il fratello piu’ giovane Liu Ziluan. Il risentimento verso il padre era cresciuto nel cuore di Ziye. Una volta divenuto imperatore, Liu Ziluan costrinse il fratello piu’ giovane a suicidarsi e fece uccidere inoltre i suoi due figli avuti dalla moglie consorte Yin. Il terrore di una cospirazione ai suoi danni lo spinse a eliminare tutta la corte e i ministri che avevano servito il padre. Fece infine mettere agli arresti gli zii per paura che potessero ribellarsi, sottoponendoli a continue vessazioni. Liu nutriva un piacere particolare verso l’incesto e costrinse la zia Liu Yingmei a convivere nel palazzo per soddisfare i suoi appetiti sessuali, poi fece uccidere il marito He Mai che ovviamente non nutriva molta stima nel giovane imperatore e cospirava ai suoi danni. Ebbe numerose relazioni incestuose anche con la sorella Liu Chuyu. La sorella si lamentava perche’ il fratello poteva godere di decine di concubine mentre a lei era concesso di avere un solo marito. Liu, le concesse allora di avere innumerevoli amanti. Ordino’ poi a principesse e consorti di partecipare a orge pubbliche con i suoi servitori. Altre volte costrinse alcune concubine ad avere rapporti sessuali con animali. Chi disubbidiva, moriva.
liu-ziye
Chen Shubao
Houzhu di Chen o Chen Shubao (553-604) e’ stato il quinto e ultimo imperatore della Dinastia Chen (557-589) durante le Dinastie del Nord e del Sud. Salito al trono nel 583 regno’ fino al 589, quando le forze Sui conquistarono la sua capitale Jiankang e lo catturarono ponendo fine al suo regno di terrore. Fu scortato nella capitale Sui Chang’an, dove continuo’ a indugiare nei suoi vizi fino alla morte, avvenuta nel 604. E’ ricordato per la sua inettitudine, per la sua incompetenza e per la sua passione per la letteratura, il vino e le donne. Il suo palazzo era dotato di tre padiglioni dedicati alla lussuria, dove le sue concubine, dietro la consorte Zhang e altri alti funzionari passavano la notte e il giorno a festeggiare, a comporre e ad intonare poemi gaudenti. Ma come ancora ai nostri giorni succede, mentre l’imperatore se la spassava nel suo palazzo, il popolo era pesantemente tassato e sottoposto a continui soprusi. I cadaveri di gente morta di fame e di stenti si ammucchiavano ai lati delle strade.
chen-shubao
Zhu Youxiao
L’Imperatore Xizong, Zhu Youxiao (1605-1627) e’ stato il quindicesimo imperatore della Dinastia Ming (1368-1644). Dopo essere salito al trono nel 1620 all’eta’ di quindici anni, fu sedotto dalla sua nutrice Madam Ke. Zhu era nonostante tutto illetterato e non riusciva a comprendere gli affari di stato. Zhu aveva pertanto delegato per ogni decisione il famigerato eunuco Wei Zhongxian che aveva intessuto una relazione con Madam Ke. Wei manipolando l’imperatore, era riuscito a piazzare tutti i suoi amici nelle posizioni di potere principali. La fazione Donglin, fedele all’imperatore, aveva inviato numerosi memoriali che denunciavano le attivita’ criminose di Wei, ma lo stolto imperatore nomino’ proprio Wei per deliberare sul caso. Fini’ ovviamente in un bagno di sangue. Chi non fu assassinato, fu esiliato. Durante il suo regno, Wei esercito’ tutto il suo potere sulla popolazione e si acutizzarono i conflitti sociali. La dinastia era ad un passo dal collasso quando Zhu mori’ in seguito ad avvelenamento. Tutti i suoi figli e le sue figlie morirono in giovane eta’.
zhu
Zhao Ji
L’ottavo imperatore della Dinastia Song (960-1279), Zhao Ji (1082-1135) o Imperatore Huizong, regno’ per 16 anni. Anche Zhao indugiava in una vita basata sulla lussuria, la letteratura e l’arte. Artista talentuoso, ma imperatore incompetente che porto’ al collasso la dinastia dei Song settentrionali (960-1127). Era circondato da una corte di funzionari che tramavano per eliminare i funzionari leali e che continuavano a spingere l’ingenuo imperatore alla ricerca del vizio. Insoddisfatto dai piaceri concessi dalle concubine, aveva l’abitudine di travestirsi da cittadino e frequentare le prostitute ordinarie. Nel 1126, all’alba della caduta della capitale Kaifeng sotto la spinta delle armate invasori dei Jin, abdico’ in favore del figlio Zhao Huan (l’imperatore Qinzong). L’anno successivo furono catturati entrambi e furono portati a Wuguocheng, nello Heilongjiang, tenuti agli arresti domiciliari. Huizong mori’ torturato nel 1135.
zhaoji
Sun Hao
Sun Hao (242–284), durante la Dinastia dei Tre Regni, fu il quarto e ultimo imperatore della dinastia dei Wu Orientali.  Fu un imperatore sanguinario e folle, che condusse alla dissoluzione la sua stessa casata e il periodo dei Tre Regni. E’ stato ricordato come un imperatore incapace, sospettoso, stravagante, crudele e vendicativo. Quando si insedio’, abbasso’ le tasse e cerco’ di regolare il comportamento dei suoi ufficiali rilasciando numerose concubine, ma con il passare degli anni comincio’ ad indugiare regolarmente nei vizi e si comporto’ da tiranno, facendo eliminare chi osava dissentire. Comincio’ a non curarsi piu’ degli affari di stato, dedicandosi esclusivamente a perpetrare crudelta’ su innocenti o a passare il tempo con le numerose amanti. La sua tortura preferita era quella di scuoiare il volto delle sue vittime dopo averne strappato gli occhi.
sunhao
Liu Shan
Il figlio di Liu Bei, che fondo’ lo stato di Shu Han durante il periodo dei Tre Regni (220-280), fu l’imperatore Liu Shan (207-271) e l’ultimo regnante di questa breve ma intensa dinastia della Cina antica. Conosciuto con il soprannome che gli era stato da bimbo, “A’dou”, il suo nome e’ ancora oggi sinonimo di persona assolutamente incapace di portare a termine qualsiasi cosa, nonostante le infinite risorse a disposizione. Ascese al trono a 17 anni e non riusci’ a trasformare lo stato in una nazione forte, nonostante fosse supportato dal fior fiore dei funzionari e degli strateghi imperiali, tra cui il leggendario Zhuge Liang e i suoi valenti generali.
liu-shan
Yang Guang
L’imperatore Yang di Sui, ovvero Yang Guang (569-618), fu il secondo imperatore della Dinastia Sui (581- 618). Yang astutamente usurpo’ il trono del fratello. Si dice che Yang assassino’ persino il padre, l’Imperatore Wen. Dopo essere asceso al trono nel 604, prese come consorti le favorite del padre, Lady Xuanhua e Lady Ronghua. Fu tiranno  astuto e spietato. Impose pesanti dazi alla popolazione e un regime di terrore. Sotto il suo regno furono completati alcuni grandi progetti come il Gran Canale, la ricostruzione di parti della Grande Muraglia e la costruzione di parti della capitale orientale Luoyang. Durante il suo regno, Yang attacco’ piu’ volte il regno coreano di Goguryeo (uno dei tre regni di Corea), senza mai prevalere. Il popolo, stremato, comincio’ a sollevarsi sempre piu’ spesso fino a quando Yang non fu costretto al suicidio nel 618.
yang-guang
Toghun Temür
Toghun Temür (1320-1370), l’imperatore Shun, fu l’undicesimo e ultimo imperatore della Dinastia mongola Yuan (1260-1368). Salito al trono nel 1333 a soli 13 anni fu ricordato come una testa vuota interessata solo al sesso. Amante delle orge, fece costruire grandi palchi che ospitavano ballerine che si esibivano per la soddisfazione del drago. Shun aveva in odio gli Han; sotto il suo regno promosse continue discriminazioni e oppressioni contro i cinesi e giunse persino ad ordinare l’omicidio di Han con i cognomi Zhang, Qang, Liu, Li e Zhao. Inutile dire che la sua politica razzista condusse l’impero alla fine, la capitale Dadu (l ‘odierna Pechino) capitolo’ sotto la spinta delle truppe di Zhu Yuanzhang e l’imperatore Shun fuggi’ a Yingchang (in Mongolia Interna) dove mori’ di diarrea nel 1370.
toghun
Yelü Yanxi
L’Imperatore Tianzuo ovvero Yelü Yanxi (1075-1128), fu il nono e ultimo regnante della Dinastia Liao (916-11125). Durante il suo regno, durato 25 anni circa, dimostro’ la sua poca lungimiranza sottostimando il potere crescente del clan Wanyan che piu’ tardi travolse il suo regno e fondo’ la Dinastia Jin. Amava passare il suo tempo a cacciare, a pescare e a giocare, consegnando di fatto il potere nelle mani del fidato Xiao Fengxian, fratello dell’imperatrice che promosse personaggi malvagi come Li Chuwen ad alti incarichi. Costoro oppressero il popolo e lasciarono sprofondare la dinastia nel caos e nell’oblio. La sua negligenza costo’ lo stato che cadde in preda alla guerra civile tra i vari clan. Nel 1124 fu catturato dalle truppe Jin, fu torturato e ucciso nel 1128. Il suo corpo fu calpestato dai cavalli.
yelu-yanxi
Gao Yang
Gao Yang (529-559), ovvero l’imperatore Wenxuan dei Qi settentrionali, fu il primo imperatore della sua dinastia, nel periodo delle Dinastie del Nord e del Sud (420-589). I suoi primi anni di regno sono caratterizzati da una certa premura verso le cose di stato. In questo periodo il potere della Dinastia crebbe e divenne una specie di potenza militare per un breve periodo. Ma con gli anni il carattere di Gao peggioro’ e comincio’ ad indugiare nel vino e nelle donne. Mori’ nel 559. Quando era ubriaco si lasciava andare ad atti di assoluta violenza gratuita. Una volta decapito’ la sorella della consorte Xue, con la quale intratteneva una relazione. Un’altra volta, dopo aver fatto selezionare da un suo ministro alcuni malcapitati prigionieri, li uccise a sangue freddo per divertimento.
gao-yang