Intervista a Mauro Anzideo: da Shanghai a Dali su un triciclo

0
95

narada-title(CinaOggi) Mauro Anzideo e’ un intrepido cuoco vegetariano che un bel giorno si e’ stancato di Shanghai e ha deciso di attraversare la Cina in sella a un triciclo modificato, ovvero un sanlunche (un carretto a tre ruote utilizzato spesso per trasportare mobili, verdure e altro nelle metropoli come nelle campagne cinesi).

3000 chilometri da attraversare in due mesi. Il sito di Mauro e’ www.soundinner.com.

Come ti e’ venuta l’idea di organizzare il viaggio From Deli to Dali?

Beh un po’ come tutti mi piace viaggiare. Non per questo sono dipendente da hotel o comforts, bensi’ preferisco viaggi un po’ all’avventura. Il mio primo triciclo (piu’ piccolo dell’attuale) lo avevo acquistato a Shanghai per muovermi piu’ comodamente per i miei servizi di cuoco vegetariano privato. Poi tante circostanze han fatto si che decidessi man mano per un viaggio del genere. All’inizio ho buttato li l’idea ai miei migliori amici a Shanghai, che mi hanno supportato fino ad oggi e continuano a farlo … Dunque nel mio immaginario la scommessa di attraversare la Cina in triciclo, sul quale vi fosse la possibilita’ di sistemarvi una tenda. Dovendo lasciare casa in cui vivevo, avendo un opportunita’ di lavoro nei pressi di Dali a partire dal prossimo Gennaio, non sentendomi piu’ ad agio nella disneificazione di Shanghai, essendo freelancer e single e dunque non molto dipendente da altre persone..ho incominciato a concentrarmi di piu’ sull’idea di questo viaggio. Chris, ingegnere inglese che per lavoro e passione costruisce tricicli di alluminio e bamboo, e’ stato determinante per questo progetto; senza di lui sarebbe rimasta una chiacchera tra amici. Molto scrupolosamente e professionalmente ha portato a termine le modifiche sul mio attuale triciclo (piu’ grande del primo acquistato).

{denvideo http://www.youtube.com/watch?v=fZuNj5u_TCU}

Il video dei preparativi dell’avventura di Mauro

narada-001

Come ti sei organizzato per la partenza? Parlaci del tuo veicolo.

Il veicolo si chiama Narada, nome consigliatomi da due miei cari amici che vivono nel pavese. Narada e’ stata attrezzata di cambio Shimano 6 marce, freno a disco anteriore, luce anteriore, sospensioni anteriori, pedaliera professionale, pedali decenti, catena decente, freno a tamburo cinese ritoccato, vano porta bagagli chiuso con lucchetto, apribile ed estendibile, 3 gambe montabili per sostenere il piano,, centralina, acceleratore, 4 batterie di 12V, e svariati dettagli come asse ritoccato, saldature di rinforzo, cuscinetti decenti, ganci e sostegni per tenda, cabina per la batteria, sacco anti pioggia interno al vano, telo esterno sempre anti pioggia … Prima della vera partenza ho provato il veicolo per 5 giorni, con tappe intorno a Shanghai. Al rientro ho fatto cucire 2 tasconi anti pioggia sul telo esterno, in modo da tenermi le cose che uso quotidianamente a portata. Materassino, sacco a pelo, telecamere, laptop, pantaloni e stivali anti alluvione, giacca per pioggia, set per caffe’ e the, ciabatte, lamapada a dinamo, cuscino, cose per lavarsi, mappe, un libro, un quaderno … Tra il telo esterno e il triciclo ci infilo uno zaino con dentro vestiti per 2-3 giorni, a parte la tenda e 2 gomme anteriori di scorta.

narada-002

Fino ad ora, quali sono stati i momenti più’ emozionanti di questa esperienza?

Senz’altro la partenza. Fino a quel momento credo che alcuni miei amici pensavano che io scherzassi … C’era proprio una bella energia quella sera. Ma anche vedere Chris soddisfatto del suo lavoro (la moglie e il figlio che lavorano con lui non erano troppo d’accordo che mi aiutasse in questo progetto…), e poi fammici pensare … beh ho cacciato un urlo di emozione in una discesa con delle montagnole all’orizzonte, anche se ti devo dire la verita’… forse sto vivendo cosi chiaramente questo trip che tutto mi sembra scorrere come deve scorrere, per cui poche altre emozioni forti oltre quelle citate. Durante il viaggio, mi godo quotidianamente l’incontro di un viso stupito, un sorriso speciale, un benvenuto regale.

narada-003

Quante ore al giorno dedichi al viaggio? Quanti chilometri percorri ogni giorno?

Faccio 2 conti….sono su una media di 60-70 km di chilometri giornalieri. La velocita’ media e’ intorno ai 12 km/h . Comunque tra i 10 e i 15km/h, escludendo le discese in cui prendo un po’ di velocita’ chiaramente. Si ti direi che sono in sella per un 6 ore circa effettivamente. Nella prima parte della giornata i primi 20 km volano. Mi fermo per pranzare intorno a mezzogiorno con 30-40 km alle spalle. Poi faccio anche una pausa nel pomeriggio per qualche pagina di libro o due pensieri. Spesso mi fermo per organizzare un video o scattare una foto. Tendo a fermarmi con ancora la luce delle 5 circa. Diciamo anche 8 ore in sella fra una cosa e l’altra.

narada-004

Hai incontrato qualche personaggio particolare durante questa avventura?

Nulla da segnalare in particolar modo.  Tuttavia un ragazzo che mi ha sistemato un po’ il cambio a Jiaxing, che partira’ con un gruppo di 20 ciclisti per Lhasa, la prossima estate. Un altro ciclista incontrato su strada che ha fatto Chengdu – Lhasa in bicicletta.Un altro ragazzo ancora in bicicletta, jeans, maglietta, occhiali da sole e zaino in spalla. Quest’ultimo mi ha colpito piu’ di tutti perche’ mi son rivisto nel suo modo asportivo nell’intraprendere un viaggio…semplicemente si e’ ‘stufato’, ha preso bicicletta ed e’ partito.

narada-005

Quali sono i costi di questa traversata?

Per il triciclo ho speso complessivamente intorno ai 12.000 rmb. Per l’equipaggiamento altri 3-4.000 rmb circa. Avevo fissato gia’ a priori il budget di 100 rmb (11.5 euro) al giorno. Includendo fermate in guesthouse e hotel oltre che agli imprevisti. Per cui per 3 mesi di viaggio previsti direi che staro’ sotto i 9.000 yuan. C’e’ anche da dire che avevo bozzato una traccia da seguire piu’ lunga, mentre per non rischiare di imbattermi in salite impossibili sto seguendo una sola strada, piu’ regolare. Spero a questo punto di metterci anche meno di 3 mesi, anche perche’ mi piacerebbe visitare la Thailandia prima di questo presunto impiego tra le montagne sopra Dali. Mediamente spendo sui 40 rmb al giorno per cibo ed acqua. (nessuno vuole alcuna ricompensa per l’elettricita’) Fino ad ora mi son fermato un totale di 4 notti in hotel (piu’ o meno 100 rmb a notte). Il budget e’ in linea con l’ipotesi del sentirsi piu’ felici, vivendo con meno ‘fronzoli’ per la testa..e ti devo dire che mi sento solo di confermare quest’ipotesi per il momento … Questa traversata costa intorno ai 25.000 rmb.

Quanti chilometri e’ lungo il viaggio e quanto durera’?

Il viaggio previsto alla partenza era di circa 5.000 km. Una volta sulla strada, ho scelto di seguire principalmente la statale 320, che pare essere la soluzione piu’ sicura per non dovermi trovare di fronte a salite per me impossibili da affrontare. (il triciclo e’ comunque abbastanza pesante). Per cui il tragitto totalmente si dovrebbe aggirare a poco piu’ di 3.000 km. Se all’inizio pensavo dunque di viaggiare per 3 mesi, ora sto prendendo in considerazione di arrivare a Dali in 2 mesi dalla partenza.

Intervista di Matteo Damiani