Il fenomeno Berlusconi visto dai media cinesi

0
10

title163 dedica un intero speciale fotografico a Silvio Berlusconi.

Il portale cinese 163.com, uno dei più seguiti in Cina, dedica un ampio speciale fotografico a Silvio Berlusconi per cercare di spiegare ai propri lettori un fenomeno tutto italiano e difficilmente comprensibile in un paese come quello della Terra del Dragone.

 

Ecco il testo di accompagnamento:

berlusconi_cina

Ha creato un impero mediatico; ha portato l'AC Milan nella sua Età dell'Oro; è diventato il primo italiano a portare a termine il mandato come Primo Ministro. Berlusconi, "Il Primo Ministro dalle Mille Facce" dovrà affrontare uno scandalo dal futuro politico incerto. Berlusconi, un nome destinato a rimanere nella storia Italiana.

berlusconi_cina-2

Nel 1936, Silvio Berlusconi nasce a Milano, da una famiglia di impiegati bancari. Già da studente Berlusconi rivela il suo talento per il business. Al liceo dava lezioni di ripetizione ad altri studenti. All'Università, diede vita ad una piccolo gruppo musicale di 4 persone con il quale si esibiva per guadagnare qualche soldo per pagare la retta. L'immagine mostra Silvio Berlusconi durante una performance all'università.

Durante gli anni '60, entra nel profittevole mondo del mercato immobiliare. A questo punto, appena laureatosi all'università, Berlusconi dà vita ad una compagnia di costruzioni, creata con il suo primo capitale. Durante gli anni '70, il governo Italiano gradualmente apre il settore dell'industria televisiva, Berlusconi intravede una opportunità per fare business, e crea una compagnia di investimento per investire in alcune piccole stazioni televisive. Nella foto d'accompagnamento nell'articolo originale, si vede Berlusconi durante una conferenza stampa il 30 marzo del 1994.

Nel 1978 Berlusconi finalmente riesce a dare vita a Telemilano, che poi diverrà Canale 5. Berlusconi dà il via ad una campagna acquisti di larga scala nel settore mediatico, e la sua Mediaset Group diventa una delle maggiori compagnie del settore in Europa. Difatti oltre 12 miliardi di dollari in assetti personali derivano principalmente dal suo impero mediatico. L'immagine di accompagnamento nell'articolo originale, mostra Berlusconi durante un Talk Show televisivo sul canale nazionale RAI 1 (Porta a Porta, ndR).

Berlusconi, l'uomo più ricco d'Italia non si ferma. Nel 1986, compra la squadra di calcio AC Milan. Riforma il gruppo, dando il via ad un'era gloriosa. Nel 1989 Berlusconi vince lo scudetto di Serie A, la Toyota Cup, la Coppa dei Campioni. Quell'anno, sente il brivido di far soldi. In Italia, Berlusconi diventa una sorta di eroe nazionale. L'immagine di accompagnamento nell'articolo originale mostra Berlusconi ad Atene il 23 maggio del 2007, portato in trionfo dai giocatori.

Rincuorato dalla popolarità acquisita, Berlusconi decide di entrare nell'arena politica. Nel 1994, fonda Forza Italia, di cui diventa Presidente. Nello stesso anno, a Marzo, insieme ai suoi alleati vince le elezioni, divenendo il 53simo Primo Ministro del Governo, e un vero maestro della scena politica italiana.
Da un ventennio circa i media italiani utilizzano il termine "Dottrina Berlusconi", sinonimo di coraggio e spirito di intraprendenza. Berlusconi gode di un'ottima reputazione tra il popolo del paese. In seguito Berlusconi, tra il 2001 e il 2005, si conferma come il primo italiano a portare a termine un intero mandato di 5 anni come Primo Ministro.

Con persone di altre credi politici, Berlusconi però ha delle difficoltà. Ha affermato che Mussolini non ha mai ucciso nessuno; la sua battuta sull'abbronzatura del Presidente Americano Barack Obama fa il giro del mondo; al presidente francese Nicolas Sarkozy dice:"Tua moglie te l'ho data io". Tutte queste affermazioni hanno portato i media ad un crescente criticismo, ma a Berlusconi non importa. E inoltre l'italiano medio si identifica con lui.

Berlusconi ammette pubblicamente di amare le belle donne. Secondo alcuni gossip ha avuto relazioni con più di 16 donne (alla volta?). Vittima della libido, Berlusconi è coinvolto nello scandalo delle foto sexy delle ragazze nella sua villa in Sardegna (in originale "lo scandalo delle foto sexy nella piscina") e in seguito nello scandalo della prostituzione minorile. Nell'immagine di accompagnamento si vede Berlusconi vicino ad una guardia del corpo mentre stringe la mano ad una giovane supporter (20 agosto 2010).

berlusconi_cina-3


Nel 2007, ad una cena di gala, Berlusconi afferma, rivolgendosi alla Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna, che se non fosse già coniugato, si sposerebbe felicemente con lei. Questa frase porta alla prima esternazione della seconda moglie di Berlusconi, Veronica Lario, che richiede delle pubbliche scuse. L'immagine di accompagnamento mostra un giornale spagnolo con una foto di Mara Carfagna in posa sexy e in topless con il titolo che recita: "Mara ammalia Berlusconi".

berlusconi_cina-4


Nel 2009, Berlusconi cede al fascino di una modella di biancheria intima (Noemi) e partecipa alla sua festa di diciottesimo compleanno. Per la moglie Veronica è intollerabile, e decide di divorziare. Nel 2010 raggiunge un accordo per il divorzio con Veronica. "Mi piacciono le donne, non i gay" (Frase originale: "Meglio passione per le donne che gay"). Berlusconi usa queste ragioni per spiegare i suoi atteggiamenti.

Le controversie che riguardano Berlusconi sono più che incredibili. Oltre agli scandali sessuali, è stato sospettato di lavaggio di denaro sporco, corruzione, frode fiscale, accusato di intrattenere rapporti con la Mafia. Berlusconi ha affrontato più di 100 capi di accusa, un numero incredibile di processi e ha speso più di 300 milioni di dollari per difendersi, ma ogni volta, in un modo o nell'altro è sempre riuscito a evitare le accuse, diventando alla fine l'ultimo vincitore.

Nella sera del 13 dicembre del 2009, Berlusconi durante un comizio politico, viene assalito da un uomo che lo colpisce con un souvenir del Duomo di Milano; l'assalto gli causa una frattura del setto nasale, e la rottura di due denti. La faccia coperta di sangue di Berlusconi fa il giro delle testate giornalistiche di tutto il mondo. Due mesi dopo, Berlusconi farà scorrere ripetutamente le immagini dell'aggressione nei suoi confronti nei media televisivi italiani per rafforzare i suoi sostenitori. Secondo alcuni media italiani, Berlusconi ha giocato la carta della simpatia.

Il 14 dicembre del 2010, l'opposizione gioca la carta della sfiducia nei suoi confronti, dal momento che i ripetuti scandali e le sue politiche hanno portato la nazione a non fidarsi più di lui. Per 3 voti, Berlusconi sopravvive.

Nel 2010 Berlusconi viene accusato di avere avuto rapporti di natura sessuale a pagamento con l'allora diciassettenne "Ruby" e di abuso di potere per aiutarla a sfuggire all'arresto. Il processo comincerà il 6 aprile del 2011, i giudici, sono tre donne. Una figura accademica ha affermato che alla fine è ironico che a giudicare Berlusconi siano proprio tre donne.

Berlusconi sta fronteggiando la più grande crisi politica della sua carriera. Ad ogni modo, grazie alle sue multiple identità come tycoon del settore immobiliare, gigante dei media, politico, boss del football, il 75enne Berlusconi potrebbe vittoriosamente fronteggiare il processo e continuare ad esercitare la sua carica di Primo Ministro fino al 2013. I media italiani si sono domandati:"se non ora, quando?"

Fonte: 163.com