Kinect sbarca virtualmente in Cina

0
52

titleUn concorso su Kotaku.com, ispirato alla contraffazione presente nei mercati asiatici, ha invitato gli utenti ad immaginare e realizzare i possibili tarocchi di Kinect, ovvero il nuovissimo controller free game per Xbox 360, presentato lo scorso anno con il nome di Project Natal e realizzato da Microsoft.

Perché  Kotaku ha associato Kinect e la Cina ? La risposta è molto semplice: per il momento la Cina è ufficialmente fuori dalla strategia di mercato di promozione di Kinect. Il vice presidente dell'azienda ha spiegato che legalmente in Cina le società straniere non sono autorizzate a vendere console e periferiche. Anche Sina.com ha dato la notizia che Michel Van Der Bel, VP di Microsoft International, per la pubblica amministrazione, ha confermato la decisione dell’impresa dell’esclusione della Cina per quanto riguarda il lancio del controller. Un vero problema inoltre è che in termini di vendite le imposte del controller sarebbero state dalle 40 alle 50 volte più alte. Nonostante vi sia questa legge, i giocatori cinesi non hanno mai trovato dei veri ostacoli in passato, sia poiché la principale piattaforma di gioco è il PC e quindi fruibile economicamente nei numerosi internet cafè e sia perché, per quelli interessati ad altre piattaforme, sul mercato sono sempre arrivate ed hanno circolato Xbox 360, PlayStation 3 e Nintendo Wii, come le versioni pirata dei giochi. Molte piattaforme hanno raggiunto la Cina dal vicino Giappone o dall’America.

Nella galleria realizzata dagli utenti di Kotaku sono varie le interpretazioni, dalla protesta alla semplice ironia, e vi è anche chi conoscendo l'immensa ammirazione per Arnold Schwarzenegger, propone un Kinect sponsorizzato proprio dal governatore della California. Ecco qui le immagini.

000Kinect
001Kinect
002Kinect
003Kinect
004Kinect
005Kinect
006Kinect
007Kinect
008Kinect

009Kinect

010Kinect
011Kinect
012Kinect
013Kinect
014Kinect
015Kinect
016Kinect
017Kinect
018Kinect
019Kinect
020Kinect
021Kinect
022Kinect

Foto: Kotaku