Spinner 360: Il futuro è analogico a 360°

0
80

titleVi ho già parlato del mondo della lomografia, una realtà, per gli amanti della fotografia, dove si può sperimentare e divertirsi con le toycam, ma anche con macchine fotografiche premium.

In questi giorni, per chi ama l’analogico e non è mai passato al digitale, per chi usa entrambi, ma anche per chi è si è interessato alla fotografia entrando dalla porta del digitale, il nuovo prodotto della Lomo non può passare inosservato. Party a Tokyo, Hong Kong, Taipei, Bangkok, Seoul, Los Angeles ed in tutte le ambasciate della Lomo del mondo hanno festeggiato l’uscita dello Spinner 360° una macchina fotografia unica nel suo genere, poiché realizza panoramiche a 360°. A Taipei, nel Lomography Gallery Store, è stato presentato accompagnato da due guardie di sicurezza in mezzo alla tensione e all'eccitazione della folla che ha persino fatto il conto alla rovescia prima della sua rivelazione. Ebbene sì, per gli abitudinari del sito della Lomo vi era già stato l’annuncio di questa nuova macchina fotografica, ma per aumentare l’adrenalina il prodotto misterioso è rimasto segreto fino all’ultimo. Potete quindi immaginare la curiosità e l’atmosfera che si respirava a Taipei prima che 5 bellezze in qipao rosso e bianco introducessero lo Spinner 360°. La stessa euforia è stata sentita ad Hong Kong quando sono state presentate tutte le possibili modalità di uso di questa incredibile macchina fotografica panoramica a 360°.

2-Spinner360

 

Una foto panoramica standard offre una visione prospettica a 120°, chi scatta fotografie in pellicola sa bene che l’immagine si estende su circa due fotogrammi in un rullino da 35 mm, Spinner 360° estende la visione proprio a 360° ovvero a quattro fotogrammi. Spinner 360° prende ispirazione da un concetto futuristico degli anni '80, si usa tenendolo con una mano, e tirando, per effettuare lo scatto, una corda con l'altra mano, per certi versi un po’ come la Supersampler, un’altra macchina della Lomo che viene utilizzata, senza guardare nel mirino, ma unicamente mediante il tiro della cordicella. Ma ritorniamo a questa incredibile macchina panoramica che in una frazione di secondo, gira a 360° sul proprio asse, catturando così ogni dettaglio intorno a chi scatta la foto, compreso il fotografo! Il risultato è quindi un’immagine extra extra large. La lente a 25 mm è fissata sul fuoco da 1 metro a infinito. L’apertura è di f/8 o f/16. La velocità dell’otturatore è equivalente a 1/125s, 1/250s ma è anche predisposta per una lunga esposizione manuale. Le foto in orizzontale mostrano delle panoramiche a 360°, mentre se la macchina viene utilizzata in verticale l’angolo è di 66°. Le foto sono su supporto 35 mm e quindi in un rullino da 36 pose si possono ottenere all’incirca 8 scatti. La macchina non necessita di batterie. I 6 beta tester, che hanno sperimentato lo Spinner 360° in diverse parti del mondo hanno provato in primis le molteplici modalità e tecniche di fotografia che sembrerebbero essere 10 proprio come le 10 regole auree della lomografia.

3-Spinner360

6-Spinner360

1Standard Spin
Tenere la macchina ben ferma con una mano e tirare la corda con l'altra mano e rilasciare la cordicella lasciando eseguire alla macchina una rotazione di 360°. In questo modo viene catturato tutto ciò che è attorno compreso l’autore dello scatto.
2 Spin sulla testa
Tenere la macchina sulla propria testa e tirare la corda. Con questa tecnica si evita di essere ripresi nella fotografia e viene eseguita una panoramica unicamente dell’ambiente circostante.
3 Spin ruotato all’indietro
Tenere la macchina fotografica di fronte a se stessi, ma ruotarla di 90°. Invece del classico paesaggio orizzontale, si fotografa la prospettiva verticale dell’ambiente circostante. Ciò include se stessi e tutto ciò che è davanti o dietro a chi scatta. Se utilizzata in movimento, ad esempio saltando le prospettive possono risultare molto particolari.
4 Spin manuale con lunga esposizione
In caso di scarsità di luce, come può avvenire quando ci si trova all’ombra o è nuvoloso, per ottenere un buon risultato ed un’immagine ben definita quando si tira la cordicella invece di rilasciarla immediatamente si può controllare con la mano la velocità, in questo caso lo Spinner 360° ruota più lentamente ed espone l’immagine per più tempo. Nel caso di un ambiente interno o di notte, dopo aver posizionato la macchina su una superficie solida, si la si può girare manualmente, facendo attenzione a mantenere costante la velocità per evitare di avere una serie di esposizioni in un’unica immagine. Questa modalità consente di scattare anche delle panoramiche parziali.
5 Scansione a tempo
Questa modalità porta a ripensare alla propria percezione del tempo e dello spazio, poiché invece di girare la macchina, la si tiene fissa mentre si fa girare la manopola per fare avanzare la pellicola. Attraverso la piccola fessura della macchina fotografica si registra costantemente lo stesso punto e tutto ciò che non si muove, ovvero il paesaggio circostante, si estenderà orizzontalmente fino a quando si continua a girare la manopola dell’avanzamento della pellicola. Al contrario, non appena un oggetto in movimento entra nella scena viene registrato, a seconda della sua velocità e della velocità che viene utilizzata per girare la pellicola, più o meno naturalmente. In un certo senso, questa tecnica fotografica non è un congelamento dell’immagine, ma piuttosto può essere un modo di registrare il flusso del tempo e dello spazio. Si può anche provare a spostare la macchina fotografica invece di tenerla fissa, e riprendere un soggetto in movimento, le immagini possono risultare davvero stravaganti
6 Spin spacca denti

Questa macchina si usa con due mani: una per tenere lo Spinner 360° e una per tirare e rilasciare il cavo. Se si vuole si può fissare qualcosa di morbido alla stringa della macchina, in modo tale da poter tirare con i denti. In questo modo si può avere una mano libera mentre si scattano le foto.
7 Spin a piede libero
Capovolgere la macchina, tirare la corda e rilasciarla mentre la si tiene in prossimità del suolo.
8 Spin montagne russe
Invece di tenere la macchina su un livello orizzontale, si può tenerla di sbieco. Mentre la macchina ruota in un cerchio completo le immagini risultano con una prospettiva ondulatoria. Il mondo intero si trasforma magicamente da una superficie orizzontale alla prospettiva di un’onda ricordando la sensazione della visuale che si ha sulle montagne russe.
9 Spin abbraccio di gruppo
Circondati da amici o dalla famiglia e posizionati esattamente nel mezzo e tenendo la macchina in posizione orizzontate è possibile creare un ritratto collettivo a 360°.
10 Spin per fare nuove amicizie
Lo Spinner 360°, oltre che per scattare foto, può essere utilizzato come un accessorio di interazione e di ricerca, ovvero l'ultima nuova forma di comunicazione socio culturale. Aggirandosi per le strade con lo Spinner 360°, si può chiedere a chi si incontra di partecipare al divertimento, ne risulta una sorpresa totale per l’estraneo e forse un nuovo amico e una bella foto con entrambi.

4-Spinner360

Per chi è curioso ed ama sperimentare lo Spinner 360° risulta una macchina super innovativa, l’unico inconveniente, per chi usa poco l’analogico o per chi è abituato al digitale, è il fatto che per vedere le proprie panoramiche oltre allo Spinner 360° è necessario acquistare uno scanner davvero buono, che consenta la scansione sprocket holes (ovvero immagine a 35 mm completa, compresa la dentatura del rullino) poiché il formato panoramico a 360° non è previsto nei centri di sviluppo fotografico poiché non è un formato standard. Le possibilità e le sperimentazioni fotografiche sembrano davvero molto divertenti ed interessanti e la comunità dei lomografi in Cina di sicuro non mancherà nel degustare questo nuovo stuzzicante prodotto. Sembra anche che la Lomo abbia conquistato i cuori delle tre Cine, poiché oltre ai negozi di Hong Kong, Taipei, Shanghai, Guangzhou, verso fine maggio, prima del lancio sul mercato dello Spinner 360°, è stato inaugurato, con più di 700 visitatori e la danza tradizionale cinese del leone, il secondo Lomography Gallery Store di Beijing a San Li Tun nel distretto Chaoyang.

5-Spinner360

Foto:

http://microsites.lomography.com/spinner-360/