I pericoli della Diga delle Tre Gole

0
136

La Diga delle Tre Gole è un epico progetto per la cui costruzione è stato sacrificato troppo. Antiche città, panorami mozzafiato, ecosistemi completamente sconvolti, valli inondate, trasferimenti di masse composte da milioni di individui.

Nonostante i pareri di scienziati contrari al progetto, il governo cinese ha deciso di andare avanti. Lo sviluppo della Diga è stato accompagnato da innumerevoli giudizi negativi, nonché da altrettanto numerose indicazioni che qualcosa non stava andando esattamente secondo i piani.

Adesso la situazione sembra essere peggiorata. A circa 500 chilometri da Chongqing, si estende una vasta riserva nella contea Badong. Questa nuova serie di (sfortunati) eventi ha avuto inizio più o meno sei mesi fa. Ora, altre 300.000 persone dovranno trasferirsi per la Diga, seguendo il destino di altre 1 milione e mezzo che le hanno precedute. In 50.000 recentemente se ne sono scappati dalla zone in seguito alle nuove attività sismiche. Intanto le frane si fanno sempre più numerose.

Gli abitanti rimasti sembrano abbandonati a se stessi. Più di 3000 bambini vanno a scuola in un vecchio edificio del 1943 a rischio collasso. Secondo il governo l’intera scuola dovrebbe essere trasferita, ma mancano i fondi. Secondo gli abitanti locali, le fondamenta dei loro edifici hanno infiltrazioni di acqua. Ogni volta che piove le case cominciano ad ondeggiare, mentre i fianchi delle montagne cedono e crollano a valle o nei fiumi. Intanto numerosi lavoratori hanno lasciato le loro case per rifugiarsi in vecchi negozi abbandonati in zone più sicure affittati a 10 RMB a notte.

La diga è costata più di 20 miliardi di dollari e sarebbe dovuta servire per controllare le inondazioni, fornire acqua alle zone aride e generare milioni di kilowatt di elettricità. Ma le cose non stanno andando esattamente in questo modo. La diga non permette un corretto defluire delle acque e pertanto l’inquinamento acquifero è salito alle stelle. L’acqua è stagnante. Laddove le forti correnti spazzavano via rifiuti e acque di scarico in pochi istanti, ora praticamente c’è un lago privo di corrente e gli agenti inquinanti si depositano sul fondo. Gli abitanti delle città vicine si lamentano per il lezzo dell’acqua. Intanto sono stati identificati quasi 10.000 siti potenzialmente pericolosi per gli smottamenti e per le frane. I geologhi ne hanno trovati 700 solo in una città della zona. Secondo gli esperti le frane potrebbero caratterizzare i prossimi 20 anni dell’area. Il governo cinese investirà altri 8 miliardi di dollari per cercare di risolvere il problema.

Ad ogni modo si può dire che la Diga delle Tre Gole ha fallito per lo meno nel suo scopo di dare un sollievo alla siccità a tre province come lo Hubei, lo Hunan e il Jiangxi, almeno fintantoché le idee non si saranno schiarite su come gestire un progetto di questa portata.

Fonte: Times Online