Le citta' italiane in mostra alla Shanghai expo 2010

0
144

titleCon il motto Better City, Better Life, quella di Shanghai 2010 è la prima esposizione universale incentrata sul tema della “città” e mette a confronto i nuovi approcci all’habitat umano e le differenti esperienze internazionali, al fine di incoraggiare e promuovere uno sviluppo sostenibile tra differenti comunità.

Dal 1 maggio al 31 ottobre, con la previsione di oltre 70 milioni di visitatori,  Shanghai World Expo 2010  sarà una straordinaria piattaforma di scambio in cui verranno esposte le migliori pratiche intraprese per preservare l’ambiente e per un’urbanizzazione sostenibile. All’interno di questa importante Esposizione Universale, mOa – Mario Occhiuto architetture ha realizzato i Padiglioni espositivi per l’area delle Urban Best Practices,  un settore tematico dell’expo  esclusivamente dedicato alle esperienze delle città e alle soluzioni proposte sui temi della sostenibilità urbana. Il progetto di Occhiuto, vincitore di concorso internazionale,  è incentrato da un lato sul recupero della forma e della struttura originaria degli ex fabbricati industriali per trasformarli in padiglioni espositivi, i B2; dall’altro nella realizzazione di un nuovo edificio, il C1, in grado di fornire i servizi a tutta l’area delle Urban Best Practices. Gli ex fabbricati sono reinterpretati e arricchiti grazie ad un rivestimento - 5.500 mq di grandi lastre - fornito da Stone Italiana e Sannini Impruneta che hanno studiato e brevettato insieme un prodotto che permette di riprodurre il cotto in dimensioni e caratteristiche di resistenza introvabili in natura, il Cottostone.

A Mario Occhiuto, che da anni si occupa di sostenibilità architettonica ed è già presente in Cina con importanti progetti, è inoltre affidata la cura della mostra Substainable Cities in Italian Style.

Promossa dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la mostra   propone i progetti e i progressi portati avanti da un gruppo di 12 città italiane selezionate tramite un concorso fra  quelle che in questi anni si sono distinte in tema di sostenibilità urbana, salvaguardia del territorio e miglioramento della qualità di vita dei propri cittadini.
Le esperienze di Bologna, Cosenza, Lucca, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Salerno, Siena, Siracusa, Spoleto e Trieste, sono raccolte da una video installazione che, attraverso forme, video e suoni, racconta le peculiarità e le caratteristiche proprie di ciascuna di esse. Un grande poliedro  accessibile, come un grande caleidoscopio ricco di colori, proporrà su tutte le sue facce i filmati dedicati alle città e ai progetti sperimentati. Sulle pareti perimetrali dello spazio espositivo, installazioni artistiche e “finestre panoramiche” accompagneranno i visitatori. Substainable Cities in Italian Style sarà visitabile dal 1 maggio al 31 ottobre 2010 all’interno dei padiglioni espositivi B2 insieme a Brema, Friburgo, Montreal, Ahmedabad e Portogallo.

Padiglione-B2_UBPA_dettaglio

padiglione-B2_UBPA_facciata

2010_02_23_Pict_21