Fu wo cheng

0
121

(Pron. Fu3wo4cheng1). Fare le flessioni.
Wengan è una contea nel nord del Guizhou. Il 28 giugno del 2008, un evento di cronaca attirò l'attenzione nazionale. Nel pomeriggio di quel giorno un gruppo di cittadini espresse la propria insoddisfazione verso i risultati dell'autopsia che certificano la morte di Li Shufen, una ragazzina di 16 anni, ancora studentessa, come suicidio. Molti invece sospettavano che la giovane fosse stata stuprata dal rampollo di una ricca famiglia della zona e da un altro giovane. Nel giro di poche ore, la protesta di pochi si è trasformata in una vera e propria ribellione contro le autorità locali, con l'occupazione di edifici governativi, palazzi e auto della polizia incendiate, etc. Tre giorni dopo gli incidenti di Wengan, il governo rilasciò in questo modo la notizia: Li Shufen si sarebbe recata su un ponte per suicidarsi (depressa perché i genitori favorivano il suo fratello più grande). Sul ponte era presente anche il diciottenne Liu Yanchao, il giovane rampollo accusato di stupro e omicidio, che stava facendo le flessioni. Mentre il giovane era alla terza pompata, sentì la ragazza dire:"Me ne vado" e la vide gettarsi nel fiume. La versione della polizia non ha mai convinto nessuno e da quel momento "fare le flessioni" è diventato un nuovo tormentone della rete, che vuole dire sostanzialmente "dubitare della versione ufficiale".