Scambisti in Cina arrestati per festini a base di sesso

0
82

titleI pubblici ministeri nell’Est della Cina ha accusato un gruppo di 22 persone di dissolutezza; la notizia è rimbalzata su tutti i media cinesi innescando un vivace dibattito sulla libertà sessuale nel paese.
Ma Yaochun, di 55 anni, fa parte del “gruppo criminale licenzioso”, destinato a lasciare una traccia indelebile nella storia legislativa cinese. Accusato del crimine di libertinaggio, l’ex professore di una università di Nanjing sarà processato il 7 aprile. Rischia fino a 5 anni di prigione, se verrà condannato sarà la prima persona ad essere incriminata per un reato del genere negli ultimi vent’anni. Dallo scorso settembre è tenuto sotto sorveglianza. Da quel momento la vita di Ma consiste di sole due cose, fumare e navigare sul web. Seduto sul sofa, con la schiena ricurva sul monitor del computer. Il laptop è collocato su una sedia di legno, una tazza nera piena di mozziconi di sigarette sulla sua sinistra, sembra quasi un incensiere. La stanza è satura di fumo. Durante le 5 ore dell’intervista, ha fumato un intero pacchetto di “Lushan”. Sembra stanco e ansioso, bollato ormai come dissoluto e licenzioso.

Ma Yaochun dice di non essere una specie di mostro, e la dissolutezza è anche uno stile di vita che non dovrebbe essere colpevolizzata. Ad ogni modo, sono in molti a non concepire questo tipo di vita sessuale. La dissolutezza, per molti, non deve essere accettate.

“Nessuna forzatura, nessuna organizzazione”

In due conferenze del NPC e del CPPCC, il 3 marzo, la figura accademica Li Yinhe ha proposto di abolire questo crimine. Li ha evidenziato come questo crimine sia davvero anacronistico. “Negli ultimi vent’anni questa legge non è mai stata attuata”. Ad ogni modo, una settimana più tardi, il 10 marzo, Ma Yaochun ha ricevuto l’imputazione; l’accusa era proprio licenziosità di gruppo. L’imputazione diceva: ” Dall’estate del 2007 all’agosto del 2009, Ma Yaochun ha organizzato e partecipato 18 volte in attività licenziose, le sue azioni costituiscono una violazione della Legge Criminale della Repubblica Popolare Cinese, etc.”

Sebbene abbia partecipato numerose volte a questi party di scambisti, la prima volta che Ma Yaochun ha sentito parlare di qeusto crimine è stato proprio il giorno in cui è stato arrestato, il 21 agosto del 2009. Adesso, ha compreso pienamente cosa dovrà affrontare. L’articolo della legge criminale afferma chiaramente che l’organizzatore e i partecipanti di siffatte attività sessuali libertine, siano confinati in prigione o sotto sorveglianza per un periodo di cinque anni. Ma ha detto che non si sente colpevole. Afferma che senza dubbio il gruppo era composto da scambisti, ma non era di certo un’organizzazione che forzava i membri, è solo il loro stile di vita. Su internet è stato accusato di avere un comportamento abnormale. Davanti al reporter ostenta una certa calma: “Non me ne importa; non me ne frega neppure un po’. Non penso che la parola abnormale sia un insulto. Tu hai il tuo stile di vita, io ho il mio. Sento che la mia vita è senza dubbio abnormale, differente da quella delle pesrone comuni. Ma non puoi chiamarlo crimine, solo perché non lo approvi”.

Secondo alcuni esperti e accademici, Ma Xiaochun non è “abnormale”, e pertanto non dovrebbe essere incarcerato o punito.

Il 23 marzo, Li Yinhe ha pubblicato un post dal titolo  “Chi proteggerà i diritti sessuali del professor Wang” sul suo blog (fino a poco tempo ci si era rifieriti a Ma Yaochun con lo pseudonimo di Wang Honggao), dicendo che “i diritti dei cittadini nel loro privato non dovrebbero essere perseguiti dalla costituzione”.
Li Yinhe aggiunge:”Non ha fatto male ad alcuno. Le attività degli scambisti sono amate da poche persone nella nostra società”.

Fang Gang, un altro accademico di Pechino, ha difeso Ma.

Il 16 marzo Fang Gang ha pubblicato sul suo blog un articolo per attirare attenzione verso il caso degli scambisti e del professor Ma, dicendo che il comportamento sessuale fa parte dei diritti umani, una società sviluppata, non dovrebbe intervenire nelle scelte personali sugli stili di vita sessuali dei cittadini.

La strada verso lo scambismo di Ma Yaochun

Per molti cinesi, il termine “scambista” è divenuto noto nel giro di una notte con il caso dell’abnormale Ma Yaochun. In realtà non è del tutto vero.
Ma Yaochun è stato introdotto in questo stile di vita all’inizio del 2002, quando il suo secondo matrimonio terminò ufficialmente. La sua seconda moglie era per lui un incubo. Ma ha raccontato di avere cominciato a frequentare scambisti in un circolo privato.
Non pensava che lo scambismo avrebbe potuto distruggere una famiglia. Ha spesso ammirato le coppie che frequentava per la prima volta, pensando che la relazione all’interno della coppia fosse molto forte.

“Il giorno di San Valentino del 2006, sono arrivati a Nanjing. L’uomo mi ha chiesto se potevo trovare alcune persone. Voleva dare a sua moglie un regalo di San Valentino.” Ma Yaochun aveva pensato che l’uomo volesse comprarle qualcosa, “ma non intendeva davvero quello, voleva cercare qualche uomo, qualche uomo ‘potente'”.

Ma non fu in grado di trovare nessuno. Alla fine il regalo di San Valentino fu il marito, Ma Yaochun e il vecchio amante della moglie. Ma pensò che l’intimità della coppia aveva raggiunto livelli eccezionali.

Quell’anno, qualcosa di importante accadde al circolo degli scambisti. Ad ottobre, una poliziotta di nome Su fu intervistata da un sito internet riguardo al sesso. La donna raccontò delle sue esperienze scambiste, confessione che le costò il posto di lavoro. Su aveva anche un’altra identità; era la fondatrice di uno dei più grandi siti di appuntamenti in Cina.

Da quel momento in effetti il mondo scambista entrò nell’immaginario collettivo.
Questo caso diede il via alla creazione di numerosi siti per scambisti e lo stesso Ma cominciò a fare uso di QQ per le sue attività.

“Alla fine del 2006, a Nanjing si contavano numerosi gruppi di scambisti.” Ma, non fu mai accettato “dovevi mostrare foto e video sexy della tua coppia per essere accettato, io non potevo. Mi buttavano fuori non appena vedevano il mio video. Qualche volta ho mentito, ho detto che avevo una moglie, che era fuori città, poi non appena capivano che mia moglie npon sarebbe mai venuta, mi cacciavano”.

Per questo motivo Ma ha creato il suo gruppo su QQ. Nel giro di poco tempo si iscrissero 180 persone. La maggior parte di loro proveniva da altri gruppi di scambisti su QQ.

Secondo le indagini, delle 22 persone accusate dei crimini di cui sopra, almeno 10 facevano parte del suo gruppo. Il loro primo party si svolse nella casa di Ma, nell’estate del 2007. Secondo l’imputazione, durante quell’estate furono organizzati otto festini, sette dei quali nella casa di Ma. Ma Yaochun era il più vecchio, con l’educazione più elevata tra i sospetti.

Secondo Ma, non c’era una frenesia in questi party e nemmeno alcuna stimolazione. “La scena non era come quella che la gente si immagina, prima spogliarasi e poi dare di testa.” Per loro è solo uno stile di vita.

Fonte: Chinahush