Fiori d’arancio o provocazione per promuoversi ?

0
105

title

Il pomeriggio del 9 marzo 2010, alle 15:00, alla Satellite TV del Zhejiang è stato annunciato il fidanzamento di Luo Yufeng con un giovane ed affascinante ragazzo cinese.

Vi starete chiedendo, ma chi è questa Luo Yufeng e perché si parla del suo possibile matrimonio ? Verso la fine del 2009, sul network cinese erano apparse numerose immagini di una ragazza alla ricerca di un marito. La giovane di 24 anni alta 1, 46, poi identificata come Luo Yufeng grazie ai motori di ricerca di carne umana, specificava che avrebbe preso in considerazione solo ragazzi alti a partire da 1, 76 fino a 1,83, laureati alla Beijing University o alla Qinghua con un Master in Economia, provenienti dalla costa est e di età compresa tra i 25 ed i 28; inoltre non devono aver avuto figli con le precedenti ragazze o averle fatto abortire.

000SisterPhoenix

No impiegati dalle compagnie statali eccezion fatta per quelli di Petro China, Sinopec e le principali banche cinesi. La storia è molto simile a quella di altre giovani cinesi o ragazze occidentali che, nell’ultima decade, anche se possono scegliere un matrimonio d’amore invece preferiscono uno sposalizio che garantisca una vita agiata.

001SisterPhoenix

La particolarità del suo caso è il fatto di aver preso l’iniziativa di auto promuoversi distribuendo centinaia di fogli al Lujiazui central park dalle 7 alle 9:30 del mattino. Così facendo è riuscita ad attirare l’attenzione dei passanti e dei giornali di Shanghai che l’hanno immediatamente contattata per sapere la sua storia. Ha raccontato ai media di aver iniziato ad ottobre 2009 la sua ricerca e di aver già fatto altre 3 sessioni di auto promozione per un totale di 1300 fogli distribuiti per strada e nelle linee della metropolitana. Ha inoltre confessato di usare poco internet e di leggere raramente i giornali e per questo ha preferito utilizzare questa tecnica di promozione che la considera molto più efficace di altre, poiché lei può scegliere a chi dare i fogli e la persona può anche immediatamente vederla. All’epoca dell’intervista aveva affermato di aver ricevuto più di 80 chiamate, ma che secondo lei i pretendenti non avevano i requisiti richiesti. Tra gli uomini da lei scartati vi erano anche colletti bianchi provenienti dalle top global incorporations come Standard Chartered Bank, Citi Bank, HSBC a China Life Insurance, AIA, China CEO. Ha affermato di averli rifiutati poiché secondo lei erano troppo vecchi e quindi avevano perso il loro sex appeal.

002SisterPhoenix

Luo Yufeng è apparsa in molti programmi televisivi, persino al “Zuo Ke Xin Min Wang” dove ha interagito con il pubblico cinese ed ha dichiarato di ritenersi la persona più brillante degli ultimi 3 secoli e che lo sarà ancora per i prossimi 300 anni. Il percorso di crescita di fama di Luo Yunfeng, ribattezzata Sister Phoenix, ricorda molto quello di Furong Jie Jie (Sister Furong),che si era proclamata ballerina e bellezza cinese per eccellenza. Ma la reazione verso di lei, in TV e sul web, è stata molto negativa, in tanti l’hanno trovata arrogante ed hanno ritenuto che le sue richieste fossero troppo elevate considerando il suo background, il fatto che sia in possesso unicamente di un diploma di scuola superiore e che lavori come cassiera al Carrefour guadagnando 1000 RMB al mese. Molti le hanno consigliato di farsi una plastica e per questo sul web sono state elaborate con Photoshop molte immagini che la umiliano. Vi è chi le ha consigliato di cercare un uomo “brutto come lei” poiché la sua unica possibilità di trovare un ragazzo della Beijing University o della Qinhua potrebbe essere solo se il giovane, in questione, abbia studiato così tanto da diventare stupido e non capire più nulla oltre a quello in cui si è specializzato.

003SisterPhoenix

Ma Luo Feng, Sister Phoenix è davvero alla ricerca di un marito o di popolarità?

Prima del Festival di Primavera era apparsa in una trasmissione che sembrava essere stata studiata a tavolino dove comunicava la sua decisione di partire per gli USA per sposare Barack Obama, ovvero l’unico uomo degno di lei. I netizen sul web, se prima erano disturbati dalla giovane, dopo questa affermazione, si sono sentiti disgustati. Negli ultimi 5 anni la regina incontrastata delle polemiche, nella rete cinese, era Furong Jie Jie, ma ora sembrerebbe che il testimone stia per passare nelle mani di Sister Phoenix. L’auto promozione online in Cina passa attraverso campagne ben studiate di blog e foto a tema sessuale o bugie ed in questo caso, forse, ci troviamo di fronte ad un piano provocatorio che non presenta foto sexy, ma anche senza immagini osé in 5 mesi questa ragazza è diventata una celebrità, il suo volto è conosciuto da tutti i navigatori e dal pubblico dei talk show. Uno degli slogan popolari in occidente è infatti “Non importa come se ne parli, l’importante è che se ne parli!”. Poco prima di San Valentino, un ragazzo di Shanghai aveva postato sul web alcune foto che lo ritraevano vicino ad una BMW (nell’era 2.0 in Cina significa matrimonio) con un cartello dove chiedeva un appuntamento in occasione della festa degli innamorati. I netizen, dopo aver visto queste immagini, hanno iniziato a domandarsi se non sia tutta una messa in scena, poiché da anni circolano sul web cinese auto promozioni di persone che si accostano alla BMW per farsi notare o campagne di viral marketing realizzate creando una forte attenzione su scandali o finte figure estreme.

004SisterPhoenix

Proprio oggi sui principali siti cinesi sono apparse delle immagini di una festa ripresa dalla Satellite TV del Zhejiang dove Sister Phoenix pubblicamente baciava il suo principe azzurro. La ragazza appare dalle immagini molto felice e raggiante, ha raccontato di essere un po’ titubante poiché lui è più giovane di lei, ma il suo fascino sembra aver predominato così tanto che si vocifera che abbia deciso di abbassare i suoi standard qualitativi, infatti il ragazzo risulta aver frequentato la School of Arts di Hangzhou, ovvero una scuola bilingue di broadcasting. Anche in questo caso non sono mancati i commenti negativi su come un giovane di così bella presenza possa decidere di vivere per il resto della sua vita con una ragazza così “mostruosa”.

005provocazione

La storia di Sister Phoenix riporta a galla anche altre due storie partite a dicembre e gennaio dal web cinese. La prima è quella di un ragazzo molto in carne di Taiwan che invitava altri giovani, come lui, a non disperare, poiché aveva trovato una bella coetanea che lo aveva saputo accettare per quello che è.

006provocazione

La seconda invece, era partita dallo sconforto di una ragazza di Shanghai che vedendo la foto di una coppia di sposi di Taiwan, in cui la moglie è evidentemente robusta, si chiedeva come fosse possibile che lei avesse trovato marito e lei ancora no. Entrambe queste due storie hanno creato molto scalpore, poiché molti netizen si sono domandati come vi possano essere delle coppie così “male assortite”. Molti hanno dimostrato anche un pizzico d’invidia. La reazione sembra incomprensibile anche perché saranno fatti loro, ma non bisogna dimenticarsi che viviamo nell’epoca delle chirurgia estetica, dove le persone sono giudicate dall’apparenza e dove le risposte più ovvie che potrebbero essere stanno insieme per simpatia, amore e feeling non vengono prese in considerazione, perché in questi casi oltre alla divisione ricchi e poveri si sente quella tra belli e brutti, magri e grassi.

007SisterPhoenix

La storia di Sister Phoenix, la nuova Sister Furong, si associa quindi anche a queste due provocazioni che hanno sconvolto il navigatori cinesi. In una Cina invasa dalle pubblicità dei centri di chirurgia estetica, dove il personale viene pagato per distribuire giornali gratuiti e tessere sconto, realizzate dalle cliniche stesse, persino davanti ai poveri mercati di periferia, sembra che se non si è delle barbie e dei ken non si ha “diritto” alla felicità e quindi se ci si vuole promuovere sul web si può far benissimo leva sulle infinite contraddizioni della nuova società cinese.

 

008provocazione

E’ apparso anche sul Chinadaily un pezzo dove si è sottolineato il fatto che questa nuova news dell'imminente matrimonio di Sister Phoenix appare in vicinanza alla recente festa della donna, definita nel mondo anglosassone “Annual International Women's Day”. L’ 8 Marzo, festa della donna, ricorda il 1908, quando pochi giorni prima di questa data, a New York, delle operaie di un'industria tessile scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Era un periodo storico in cui le donne non avevano diritti, ma come sottolinea il pezzo del Chinadaily, molte donne pensano che l’epoca del passato non c’è più e che le donne di adesso sono più libere, ma internet dimostra che si tratta di un apparente libertà, molte sono schiave dei pregiudizi, del cercare uno status, della fama etc ... Una famosa modella cinese di fiere per auto e motori (Zhai Ling soprannominata "Beast Beast") è stata recentemente presa di mira perché il suo ex fidanzato ha messo online i loro filmati hard, ma in brevissimo tempo ha firmato contratti lavorativi con cifre da capogiro.  ... Edison Chan docet ! ... Zhang Ziyi docet ! ... Se sei famoso e fai scandalo diventi ancora più famoso ...
In passato, dopo uno scandalo la reputazione era distrutta, mentre ora vuol dire solo essere ROCK! (vedete il video promo del magazine Rolling Stone)
Le donne emancipate fanno scandalo in tutto il mondo! "Believe in Sister Phoenix, it makes you confident" è un nuovo slogan cinese per la neo reginetta del web, ed il suo scandalo, per la nuova Cina è il fatto di non essere una sex symbol o il clone di qualcuno. Lei è scandalosa per essere una persona normale che ha sogni da star! In questo periodo i progetti macchiavellici sono infiniti e per questo  quando si legge di Cina non ha senso dare tutto per scontato e credersi dei buoni interpreter. Non si deve più prendere tutto sul serio ed è meglio aspettare che le notizie facciano il loro corso, se non si bazzica per la zona, poiché è meglio essere in attesa della nuova puntata, che aggiunge tasselli, poiché altrimenti è un “Lost in Translation” ...

Foto: ChinaDaily, Mop.com, Pchome.net, CinaOggi.it