Come navigare liberamente in Cina e vivere felici e contenti

0
101

vpnUltimamente, come abbiamo spesso ripetuto, navigare per i nostri social network preferiti in Cina come Youtube, Facebook, Twitter e compagnia, è diventato sempre più difficile. Persino i web proxy non funzionano più e mostrano il fianco quando andiamo a gestire javascript più complicati. Come fare allora per non tagliare i ponti con i nostri amici e le nostre famiglie?

Una soluzione, e forse oramai l’ultima soluzione disponibile, è quella di rivolgersi a società che permetteno di utilizzare le loro connessioni per scavalcare i filtri imposti dal governo cinese. Questo genere di servizi viene chiamato VPN, dal nome della connessione utilizzata. Uno di questi fornitori si chiama StrongVPN, con sede a San Francisco, ma sul mercato ne esistono altri. La connessione è velocissima, almeno rispetto allo standard che China Telecom ci ha abituati ed offre delle piacevoli sorprese aggiuntive che vi lasceremo scoprire. Inoltre l’anonimato è garantito proprio dalla connessione che si va a sfruttare. Il costo è tutto sommato contenuto ed è essenziale per la nostra vita in rete e per non rimanere isolati dal resto del mondo. Tre mesi di servizio costano 45 dollari, setup gratuito compreso. E’ inoltre possibile sfruttare la comoda clausola del soddisfatti o rimborsati. Tutto quello che dovete fare per sottoscrivere un contratto con StrongVPN è seguire questo link e le semplici istruzioni in inglese. Nel giro di una mezzoretta, potrete finalmente cominciare a surfare per la rete come se foste in Italia.