Le immagini drammatiche del “villaggio dell’Aids” nel Henan

0
111

titleLe sconvolgenti foto del “Villaggio dell’Aids”, una comunità completamente distrutta dalle trasfusioni illegali di sangue.

Il lavoro fotografico di Lu Guang, un freelancer cinese, che recentemente è stato anche insignito del W. Eugene Smith Memorial Fund presso l’Asia Society a New York, è sempre stato caratterizzato da una attenzione preponderante sulla situazione disperata di un’intera parte della società cinese, costretta a vivere da paria. Il lavoro che va sotto il nome del “Villaggio dell’Aids nel Henan“, se possibile, supera quanto fatto per “Inquinamento in Cina“. Le immagini di seguito sono sconvolgenti e ritraggono un’intera comunità sconvolta e distrutta per l’ennesimo caso di trasfusioni illegali, infettate dal virus dell’AIDS.  Quest’ultima serie fotografica, è stata anch’essa insignita di un prestigioso premio fotografico, ovvero quello rilasciato dalla World Press Photo Foundation. Il gruppo di foto intitolato “Villaggio dell’Aids nel Henan” consiste in 12 immagini, per le quali Lu Guang ha impiegato più di due anni di lavoro. La sua prima visita in questo villaggio risale al Novembre del 2000. Grazie al suo lavoro, ampiamento ripreso dai media del paese, ha contribuito a sollevare il problema troppo spesso dimenticato delle condizioni dei malati di aids, specie quelle delle piccole comunità contadine colpite dalle trasfusioni infette di sangue. Gli abitanti dei villaggi, per cercare di guadagnare qualche soldo per aiutare le loro famiglie, hanno venduto illegalmente il loro sangue. Su 900 abitazioni, con non più di 4000 abitanti, una percentuale consistente degli abitanti ha venduto il sangue. In 400, tra i 16 e i 55 anni, si sono ammalati, e già tra il novembre 2000 e il novembre 2001 erano morti circa 150 giovani adulti.

henan-aids-village

henan-aids-village-2

henan-aids-village-3

henan-aids-village-4

henan-aids-village-5

henan-aids-village-6