Tang Zhigang - L'arte dei bambini soldato in riunione

0
145

titleTang Zhigang è un pittore particolare nel panorama artistico cinese contemporaneo, che ha deciso di focalizzare la sua immaginazione attorno a delle figure di bambini raffigurati spesso sotto le sembianze di politici e militari, associandola alla iconografia socialista, tanto diffusa in Cina fino agli '80.

Questi dipinti hanno trovato completamento nella serie “Children in Meeting”, che è andata a sostituire nel 1999 la precedente “Adults in Meeting”, considerata troppo critica nei confronti delle alte gerarchie. In Cina, dagli anni ottanta, l'ambiente artistico difatti ha goduto di una libertà espressiva decisamente superiore rispetto altre sfere della società. Inoltre, Tang Zhigang, che nell'esercito ha prestato servizio a capo dell'ufficio politico della propaganda, in quel periodo ha anche cominciato ad insegnare pittura ai bambini. Dall'unione di queste due esperienze è nata spontaneamente la serie “Children in Meeting”. Ma i bambini, sempre indaffarati in riunioni, non sono un semplice sotterfugio per evitare critiche. Sono il frutto di un'oculata scelta. I bambini sono un tema comune se non scontato nelle rappresentazioni artistiche contemporanee. Spesso però il loro ruolo è più che altro simbolico e sono slegati dal contesto quotidiano. Possono essere usati per simbolizzare un certo stato della vita di un uomo, in attesa di sviluppi futuri, o semplicemente per dare un'idea di qualcosa congelato nel tempo, ancorato al passato. Alla domanda “perché rappresentare dei bambini in uniforme”, la risposta di Tang Zhigang è sorprendentemente semplice: “questi bambini sono gli eredi del socialismo”, con tutte le conseguenze che una frase del genere può portare. Spesso le sue opere riescono a destare una certa sintonia nell'osservatore poiché sono intrise di realismo, non già nella tecnica adottata, o negli ambienti scelti che sono totalmente astratti, ma per le sensazioni che riescono a generare. Guardando i suoi dipinti, è difatti inevitabile associare la figura dei bambini in uniforme agli adulti. Si ha la sensazione che l'autore volesse esplicitamente puntare il dito contro la gerarchia accusandola di immaturità, utilizzando lo strumento pungente della satira e dell'ironia. Tang è riuscito così a catturare con le sue immagini l'assurdità della burocrazia nella vita istituzionale nella maniera più elegante possibile. Il messaggio è sempre chiaro e diretto, senza mai rasentare la banalità, riportando alla mente certa arte sovietica o americana della post depressione economica del '29. E' uno stile accessibile a tutti e come tale è riuscito a riscuotere un notevole successo a livello internazionale. 

001

002

Tang Zhigang ha prestato servizio nell'esercito nella (disastrosa) guerra contro il Vietnam del 1978

003

Per molti anni lo studio di Tang Zhigang si trovava nella scuola dell'Armata Popolare di Liberazione, a Kunming


BIOGRAFIA

La famiglia di Tang Zhigang è cresciuta nelle gerarchie militari, in un'epoca in cui appartenere alla casta militare comportava dei privilegi. La madre era una guardia carceraria e Tang è cresciuto in mezzo a detenuti e soldati. La sua carriera è stata nell'esercito, seguendo le orme dei genitori, lavorando principalmente come artista asservito alla propaganda militare e politica, fino alle sue dimissioni nel 1996. E' cresciuto come parte del sistema di potere, conoscendone benissimo i limiti e i difetti. Ma dalla fine degli anni '80 Tang ha focalizzato la sua attenzione sulle incongruenze e le assurdità che hanno innescato dei barlumi di umanità nella vita irregimentata. Oggi, Tang Zhigang insegna ai bambini arte.

Testo e foto di Matteo Damiani