Mao Zedong

0
71

Di origini contadine, autodidatta, imprevedibile e controverso quanto si conviene a un rivoluzionario, Mao Zedong si rivela un leader capace di riunire intorno a sé, e al proprio dogma, un paese sconfinato, lacerato da anni di guerra, di dominazione straniera e feudalesimo.

di Jonathan D. Spence

Brossura | 180 | Fazi | 2004 | ISBN: 8881124513

Negli anni universitari entra in contatto a Pechino con il nascente movimento marxista cinese e, grazie ai successi ottenuti dalla guerriglia comunista, dà vita a un vero e proprio culto della personalità. Dopo aver avviato la riforma agraria e organizzato le masse contadine, l’aggressione giapponese in Manciuria offre l’occasione per per opporre, a fianco di Chiang Kai-shek, un fronte comune contro gli invasori e nell’ottobre 1949 Mao proclama la nascita della Repubblica Popolare cinese.