LE COSE DEL MONDO SONO FUMO

0
87

Nel microcosmo di un cortile, personaggi indicati con dei numeri intrecciano le loro vite in quella che si presenta come una paradigmatica normalità, ma genera invece una catena di morti bizzarre, quasi rituali, alle quali non sopravviverà nessuno;

il figlio di un cavaliere errante parte in una sorta di viaggio iniziatico alla ricerca degli assassini del padre; un giovane diretto in città per gli esami imperiali si innamora di una fanciulla che incontra in una ricca dimora, ma quando cercherà di riunirsi a lei, troverà solo rovina e desolazione; incarnata in una lucciola, l'anima dell'amato nonno torna a visitare i nipoti, in un misto di dolcezza e apprensione; una coppia stanca, un rapporto che dura da troppi anni nella routine e nella prevedibilità, trova nel racconto dell'episodio piú cruciale della sua storia l'unica forza emotiva che la tiene insieme. A cavallo fra realtà e irrealtà, vita e morte, presente e passato, Yu Hua svolge la sua poetica alla ricerca di una modernità espressiva, consapevole della impossibilità di raccontare il mondo attraverso le forme classiche. E per far questo, scompone e reinterpreta il racconto della tradizione cinese - le storie d'amore fra aspiranti funzionari e nobildonne, i romanzi di cappa e spada, gli affreschi sociali - trasportando il lettore verso un nuovo tipo di percezione e di esperienza estetica.

Autore: Yu Hua

 

Indice:
Sangue e fiori di pruno;
Un amore classico;
Le cose del mondo sono fumo;
La lucciola;
Il giorno che fischiava il vento di nordovest;
La storia di due persone;
A diciott'anni sono andato via di casa;
Storia d'amore.