I cavalieri del Bushido. I crimini di guerra giapponesi. La strage di Nanchino e i crimini commessi contro i prigionieri di guerra alleati

0
75

Tra il 1931 e il 1945, le truppe giapponesi si scatenarono contro i paesi sconfitti, fucilando civili, saccheggiando città, massacrando prigionieri e sfruttando spietatamente prigionieri di guerra e popolazioni civili.

Edward F. Langley Russell - I cavalieri del Bushido. I crimini di guerra giapponesi. La strage di Nanchino e i crimini commessi contro i prigionieri di guerra alleati

Prezzo di copertina: Euro 7,90

Spedito normalmente in 2 giorni lavorativi
Brossura | 320 | Newton Compton | 2004 | ISBN: 8882899845

Contenuto:
L'autore traccia, in questo resoconto, la storia di quelle crudeli devastazioni, analizzando i singoli crimini e le ragioni delle violazioni senza precedenti commesse dal Giappone contro princìpi umanitari universalmente riconosciuti. Le truppe giapponesi diedero prova di notevole ferocia nella guerra contro la Cina e il massacro di Nanchino, avvenuto nel dicembre 1937, fu solo un esempio delle atrocità che i giapponesi commisero contro la popolazione cinese dopo la conquista.