Globalizzazione, crescita economica e povertà. Rapporto della Banca Mondiale

0
56

E' opinione diffusa che la globalizzazione faccia diventare più ricchi i paesi ricchi e più poveri quelli poveri. Ma è vero?

Brossura | 222 | Il Mulino | 2003 | ISBN: 8815090851

Come mostra questo volume, ricchissimo di dati, il quadro è assai più articolato e complesso. Tra i paesi 'poveri' esiste un gruppo di paesi emergenti (ad esempio Cina, India, Vietnam) che sono già entrati nel circuito del mercato globale, con tassi di crescita superiori a quelli dei paesi ricchi e una forte diminuzione della povertà. Ve ne sono poi altri (ad esempio gran parte dell'Africa), rimasti per varie ragioni ai margini dell'economia mondiale, che hanno visto invece aumentare la loro povertà. Ma la globalizzazione produce effetti divaricanti anche all'interno dei paesi ricchi, premiando i settori più dinamici e penalizzando quelli meno competitivi. Ed è tra questi ultimi, spesso sussidiati e protetti dalla concorrenza dei paesi in via di sviluppo, che si annidano taluni dei più accesi nemici della globalizzazione. Illuminandoci su vizi e virtù dei vincitori e vinti della globalizzazione, il volume affronta numerosi problemi connessi, come la diseguale distribuzione del reddito, gli effetti sull'ambiente, l'omologazione culturale, le conseguenze che per il governo mondiale comporta la nuova costellazione multipolare del potere economico che si va formando.

Indice:
Premessa;
Introduzione;
Gli effetti economici della globalizzazione;
Le politiche internazionali e l'integrazione;
Istituzioni e politiche economiche nazionali;
Potere, cultura e ambiente.

Traduttore : Maria Angela Onofri
| Italiano | Tradotto dalla lingua: Inglese | Titolo orig. : Globalization, Growth, and Poverty: Building an Inclusive World Economy
ISBN : 8815090851