Sigarette: un regalo fatto con amore che può portare alla morte

0
198

sigarette-th1 febbraio 2009 - Li Pingping, una residente di Shanghai, non conosceva quali sono i rischi in cui possono imbattersi alcuni fumatori accaniti.

 

 

Ha pensato che due stecche di sigarette fossero il regalo ideale, da donare al padre in occasione del capodanno cinese. La donna, prima di imbarcarsi su un volo che l’avrebbe condotta nella sua città natale Chongqing, nel sud ovest della Cina, aveva pensato che quando vi è da scegliere un regalo per gli anziani nelle occasioni di festa, la scelta ideale e più sicura sono le sigarette. Negli anni, in Cina, è diventata quasi una tradizione regalare pacchi di sigarette come regali agli amici, parenti in segno di rispetto ed amore. Infatti in occasione dei matrimoni, all’ingresso del ricevimento nuziale, la sposa offre caramelle e bon bon mentre lo sposo ha un vassoio colmo di sigarette che porge agli uomini che prendono parte al banchetto. Per chi non conosce il mercato delle sigarette in Cina è importante sapere che si possono trovare confezioni che partono da 4,5 RMB fino ad arrivare ad oltre i 200 RMB all’incirca da 0,45 euro fino ad oltre i 20 euro. Quest’anno il governo cinese per la prima volta ha introdotto, seguendo l’esempio di altri paesi che già lo fanno da anni, una legge che impone che su tutti i pacchetti di sigarette prodotti in Cina vengano scritti degli ammonimenti per il consumatore in merito ai rischi e danni sulla salute. Dalle statistiche emerge che in Cina circa 350 milioni di persone fumano e tra questi ogni anno ne muore 1 milione proprio a causa di problemi legati al vizio del fumo. Xu Guihua, direttore della Chinese Association on Tobacco Control ha riferito che il loro lavoro, che consiste nel demotivare l’uso e consumo di sigarette, è estremamente difficile. Li, ha riferito ai media che in famiglia, era l’unico su quattro, ad avere il vizio del fumo e che nessuno si era neppure mai fatto un problema quando l’uomo fumava davanti a loro. Anche per questo motivo la donna ha sempre pensato che le sigarette fossero il regalo ideale da fare ad un anziano, proprio perché anche se qualche amico di famiglia in passato aveva smesso, aveva sempre trovato un altra persona a cui ripassare il regalo con estrema praticità.

sigarette-prevenzione

La campagna anti fumo in Cina è una sfida estremamente difficile. Yang Gonghuan, direttore del National Tobacco Control Office, spera in una pubblicità più massiccia che aiuti i cittadini a comprendere i reali rischi legati al fumo. Proprio durante il Festival del Nuovo Anno Lunare Cinese, il MOH (Ministry of Health), il WHO (World Health Organization), e il Chinese Center for Disease Control and Prevention hanno lanciato insieme un programma che prevede 200mila posters anti fumo disseminati per le principali città della Cina. Uno dei posters in programma per sradicare la tradizione del regalare sigarette agli amici e parenti dice così “Hai regalato ai tuoi amici auguri e problemi respiratori; hai mandato ai tuoi colleghi rispetto e problemi cardio vascolari, problemi di cuore e infarti; hai mandato ai tuoi parenti amore e morte” Sul territorio cinese vi sono numerose NGO (Non-governmental organizations) che promuovono campagne anti fumo. Wu Yiqun, direttore della NGO Thinktank Research Center for Health Development di Beijing, richiede una collaborazione tra i dipartimenti per la salute e richiede l'invio di lettere di sensibilizzazione  che illustrino i reali problemi che possono entrare nella vita di un fumatore. Una delle sue richieste è anche quella di chiedere l’eliminazione delle sponsorship di compagnie di sigarette nella gara di Formula Uno di Shanghai, nella popolare serie televisiva Shanghai Grand e invitando tutte le società del tabacco ad applicare la legge che richiede che su ogni pacchetto di sigarette vi sia un messaggio che avverta sui possibili danni arrecabili alla salute. In Cina i fumatori ufficiali tra i 13 ed i 18 sono 130 milioni.