IL DECLINO DELL’IMPERO CENTRALIZZATO: WANG MANG E LA DINASTIA HAN ORIENTALE

0
80

32-7 a.C. Sotto Chengdi avvengono calamità naturali.

3 a.C. Sotto Aidi c’è una rivoluzione popolare per la siccità.

9 d.C. Assume il titolo l’impetatore Wang Mang.
Inizia una serie di riforme con lo scopo di colpire lo strapotere delle Grandi famiglie aristocratiche, ma non riesce nel suo intento, indebolisce solo i mercati e i piccoli commercianti.

  • Vieta la schiavitù privata.
  • Ristabilisce il metodo di jing tian ( campi a pozzo).
  • Impone 6 monopoli: ferro, sale, bevande alcoliche, coniatura di monete, prodotti delle montagne, paludi e fiumi, ed anche sui magazzini per la calibrazione dei prezzi.

Tutte queste riforme però falliscono completamente.

17 Il sistema del jingtian viene abbandonato. Viene ristabilita la schiavitù. Cominciano le grandi rivolte: nello Shandong, sotto la guida di Liu Mu nello Hubei, sotto la guida di Wang Guang e di Wang Feng (esercito del Bosco) e sempre nello Shandong i Sopraccigli Rossi.

20 L’esercito del Bosco Verde con a capo i due Hua, Liu Xuan e Liu Xiu e quello del Sopraccigli Rossi sono le due più grosse forze rivoluzionarie.
Gli imperiali attaccano i Sopraccigli Rossi ma vengono sconfitti.

22 I Sopraccigli Rossi vengono nuovamente attaccati e riescono vincitori.

23 Wang Mang attacca l’esercito del Bosco Verde ma ne esce sconfitto.
Viene proclamato imperatore Liu Xuan e viene restaurata la dinastia Han con il motto Gengshi (Rinascita). Il palazzo imperiale é invaso e Wang Mang ucciso.

LA DINASTIA HAN ORIENTALE (25-220 d.C.)

La capitale viene spostata a Luoyang.

25 I Sopraccigli Rossi eliminano Liu Xuan che aveva riportato la capitale a Cheng’an. Liu Xiu si proclama imperatore e in 4 anni sconfigge i Sopraccigli Rossi e ristabilisce l’ordine con la sola eccezione dello Sichuan.
Comincia la dinastia degli Han Orientali.

39 Liu Xiu permette ad alcuni Xiangnu di stazionarsi nell’attuale provincia dello Shanxi.

40 Reprime una rivolta nel Vietnam settentrionale capeggiata dalle sorelle Ting.

43 Il generale Ma Yuan riprende il controllo della regione.

44 Liu Xiu (Guangwudi) acconsente che gli altri Xiangnu si stanzino nord dell’ansa del fiume Giallo.

58 Sale al trono Mingdi (58-75).

74 Mingdi inizia una serie di Campagne in Asia centrale. Insieme ai Xiangnu meridionali e agli Xianbei sconfiggono gli Xiangnu settentrionali che avevano invaso la regione del Gansu. Viene inviato Ban Chao (32-102) a riprendere il controllo sull’Asia Centrale. Tra il 73 e il 102 sottomette tutti gli stati del bacino del Tarim e riafferma il controllo sulle vie della seta. Nel 90 si scontra con l’impero dei Kushama fondato dai Dayuezhi, viene in seguito nominato da questi Presidente Generale. Ban Chao nel 97 arriva al mar Caspio e invia Gan Ying alla ricerca del MITICO IMPERO ROMANO. Quando nel 102 Ban Chao decide di ritirasi la situazione peggiora. Prosegue la suo campagna il figlio Ban Yang, il quale tra il 123-127 ristabilisce il primato nella.

76-88 Zhangdi sale al trono.

89-105 Sale al trono Hedi. Cominciano le lotte all’interno della corte imperiale, tra eunuchi e aristocratici. Dan Xian esercita un ruolo di comando a corte.

147 Con l’ascesa al trono di Huandi (147-167) gli eunuchi si rafforzano e riprendono il potere.

159 Il reggente Liang Ji che assunse il potere nel 141, arrestato é costretto al suicidio e viene sterminato tutto il suo parentado. Gli eunuchi che avevano escogitato il piano vengono riccamente premiati. Si forma contro gli eunuchi la “Corrente Pura” (qingliu). Il Gran Maresciallo Chen Fan elimina due dei cinque eunuchi e rimuove parecchi dei loro parenti che avevano aquistato alte cariche di potere.

166 Li Ying esponente della Corrente Pura elimina Zhang Suo, fratello dell’eunuco Zhang Rang. Gli eunuchi si rivolgono all’imperatore Huandi che dà inizio ad una inquisizione sull’operato della Corrente Pura.

167 Huandi muore e gli succede Lingdi. Il potere viene assunto da Dou Wu, fratello dell’imperatrice vedova, questi é legato alla Corrente Pura. Li Ying viene chiamato a ricoprire alte cariche di governo.

168 Gli eunuchi tentano un colpo di stato. Le guardie imperiali si mettono al servizio degli eunuchi e Dou Wu é costretto al suicidio.

169 La Corrente Pura viene in parte soppressa. Li Ying muore.

184 I Turbanti Gialli (Luangjin), una setta di derivazione taoista, guidati da Zhang Jian si rivoltano. Dopo nove mesi di battaglia vengono sconfitti. Nel Sichuan un’altra setta taoista quella dei Maestri Celesti o delle Cinque Storie di Riso (Wundoum dao) costituisce uno stato indipendente che verrà soppresso solo nel 215. Sale al trono Shoodi. Il comandante in capo He Jin ordina al generale Dang Zhuo di raggiungere la capitale. Gli eunuchi scoprono il piano di Hei Jin e lo uccidono. Il generale Yuan Shao raggiunge Luoyang e massacra tutti gli eunuchi del luogo.

190 Dang Zhuo depone Shaodi e lo sostituisce con Xiandi.
La biblioteca imperiale viene distrutta.
La capitale é trasferita a Chang’an.
Dang Zhuo viene ucciso.

196 Cao Cao sale al potere e costringe l’imperatore a trasferirsi a Xuchang, sconfigge Yuan Shao.