Winter love

0
82

Mentre siede al suo ristorante preferito il giorno di Natale del 1963, il famoso scrittore Chim Kei (Patrick Tse Yin) incontra una giovane, Mimi (Josephine Siao Fong-fong), che indossa indumenti leggeri per una notte fredda e che cerca un passaggio verso casa.

WINTER LOVE - Dong lian
di CHOR Yuen (1968)

Durata: 104'
Origine: Hong Kong
Soggetto: basato su una novella di Yee Tat
Interpreti: Kong Lung, Josephine Siao Fong-fong, Yin Tse, Patrick Lung Kong, Wong Oi-ming

Chim Kei è attratto dalla giovane, e presto i due iniziano una relazione. Lo scrittore le propone di sposarlo, nonostante nel frattempo abbia scoperto che è una intrattenitrice con un passato burrascoso alle spalle; ma a questo punto lei svanisce. La storia d’amore incompiuta porta Chim Kei a scrivere, due anni dopo, un romanzo senza finale, ma dopo la pubblicazione del libro la verità viene a poco a poco alla luce. Come prima cosa Mimi ricompare al ristorante con indosso una maschera che le copre il volto sfregiato, e presto la sua triste vicenda coinvolge il miglior amico d’infanzia di Chim Kei, rivelando allo scrittore un mondo freddo e crudele. Winter Love, che si svolge su un periodo di diversi anni, è una storia d’amore elegante e squallida al tempo stesso. Tramite lunghi flashback, il film racconta il triste passato di Mimi, racconta come questo ha formato la sua concezione totalmente negativa della vita, nonché i suoi effetti sui personaggi che la circondano. Chim Kei stesso vede la sua vita sconvolta senza possibilità di intervenire, sia per quanto riguarda la passione per la donna, sia per le vicende negative dell’altra persona. Chor ambienta le scene del film in interni raffinati e nell’oscurità della notte, mentre il momento più drammatico è girato nella desolazione di cemento di uno stadio. Patrick Tse e Josephine Siao sono eccellenti nei ruoli dei protagonisti; concretizzano la tristezza del mélo con la loro recitazione matura, coadiuvata dai personaggi comprimari interpretati con vigore da Patrick Lung Kong e Wong Oi-ming.

Si ringrazia per la collaborazione il Far East Film Festival