New Blood

0
48

Con Horror Hotline… Big Head Monster Soi Cheang si proponeva di restituire al genere horror di Hong Kong un approccio serio.

New Blood – Hyn huet ching nin di Soi CHEANG (2002)

Durata:
90´
Origine:
Hong Kong
Interpreti:
Bernard Chow, Chi Kui Chow, Lai Kei Chow, Winnie Leung

Il successivo New Blood aggiunge qualcosa al potenziale già visto nel suo film precedente e procura nuovi, che non lasciano tregua per un solo minuto. Eccezionalmente cupo, il film registra le disgrazie che nascono dalle buone azioni. Una notte una giovane coppia tenta il duplice suicidio in macchina e viene portata di corsa all’ospedale, dove il poliziotto Ah Lok, l’architetto Eric e la mentalmente disturbata Joy donano il proprio sangue per salvare loro la vita. Il loro sangue aiuta il ragazzo, che sprofonda nel coma, ma la vita della ragazza è perduta. Subito dopo, lo spirito della ragazza morta è furioso: quei benefattori hanno distrutto le sue speranze di felicità nell’aldilà; ella si accinge quindi a servirsi dei donatori per portare a termine il patto di morte. New Blood – che fa parte di una piccola nuova ondata di cupi film soprannaturali, privi delle digressioni comiche tipiche di molti horror hongkonghesi – è un evento di straordinaria intensità. Le scene sconvolgenti del film, ambientato in un’atmosfera perennemente opprimente, sono alternativamente a fuoco e fuori fuoco, in colori scuri e saturi. La scenografia e la scelta delle location assicurano set inquietanti: dai condomini deserti al cantiere di un tunnel in costruzione, a case claustrofobiche e istituti asettici. I tocchi di colore locale comprendono un funerale e un esorcismo a punteggiare l’azione, e giocano un grande ruolo di supporto l’illuminazione fortemente contrastata e l’azzeccata colonna sonora. Sebbene New Blood sia in larga misura un film corale su tre persone unite dalla loro generosità e dal terrore, il personaggio di Joy, interpretato da Niki Chow, si sviluppa a poco a poco e assume un ruolo centrale. Man mano che la trama si fa sempre più contorta e il pubblico rischia di capirci poco nel momento della scena finale, Chow esprime impeccabilmente il materiale più terribile del regista Cheang.

Tim Youngs

Si ringrazia per la collaborazione il Far East Film Festival