Il padiglione delle donne

0
69

E’ il 1938 e nelle campagne al sud della Cina, dove le tradizioni sono ancora forti e radicate, un amore proibito tra Madame Wu (Luo Yan), un’aristocratica cinese, ed un missionario (Willem Dafoe) rischia di sconvolgere la vita del villaggio.

Il Padiglione delle donne – Pavilion of women di Yim Ho (2000)

Durata: 100′
Origine:
Cina-USA
Produzione:
Luo Yan
Distribuzione:
Universal
Montaggio:
Claudia Finkle
Sceneggiatura:
Luo Yan, Paul R.Collins
Musica:
Conrad Pope
Fotografia:
Poon Hang Sang
Interpreti:
Luo Yan, Willem Dafoe, Shek Sau, John Cho, Yi Ding, Anita Loo

La loro attrazione induce Madame Wu ad annunciare l’arrivo della concubina Chiuming (Yi Ding), offerta in regalo al marito. Questo forse è il suo unico modo per liberarsi dagli obblighi col marito e di dedicarsi all’avvenente straniero…

Decisamente una sciagurata coproduzione (che il regime cinese non avrà fatto alcuna difficoltà ad accettare), che vale la pena di segnalare più che altro per dire “vi avevamo avvisati”. Dal romanzo omonimo di Pearl S.Buck (frutto dell’immagine dei suoi ricordi da bambina vissuti in Cina), vincitrice di un premio Pulitzer e molto amata dal pubblico ma meno dalla critica letteraria, un lungometraggio fortemente voluto dalla protagonista (e per l’occasione anche adattatrice e produttrice) Luo Yan, che non si capisce bene dove vada a parare. Patinato, melenso quando non ridicolo, diretto da Ho con spreco di anonima professionalità, il film vede naufragare con se un Willem Dafoe assolutamente fuori parte.