Infernal Affairs 2

0
100

Quando si è trattato di confezionare un seguito del grande successo Infernal Affairs, i co-registi Andrew Lau e Alan Mak per mettere in scena un degno prequel hanno rivolto lo sguardo ai tempi precedenti il passaggio di Hong Kong alla Cina.

 

INFERNAL AFFAIRS II - Wu jian dao 2
di Andrew LAU, Alan MAK (2003)

Durata: 119' min.
Origine: Hong Kong
Sceneggiatura: Felix Chong, Siu Fai Mak
Interpreti: Edison Chen, Shawn Yue, Anthony Wong Chau-Sang, Francis Ng, Eric Tsang, Carina Lau, Man-chat To, Andrew Lin, Roy Cheung, Bey Logan, Ricardo Mamood, Brandon Rhea, Chung-yue Chiu, Hui Kam Fung, Jun Hu, Wan Chi Keung, Kai Chi Liu, Arthur Wong
Fotografia: Wai Keung Lau
Montaggio: Ching Hei Pang, Danny Pang
Musiche Originali: Johannes Brahms, Kwong Wing Chan

Fornendo una solida base ai personaggi introdotti nel primo film, Infernal Affairs II comincia nel 1991, quando il giovane Ming (Edison Chen, nel ruolo che nel film precedente era di Andy Lau) uccide il capo della famiglia Ngai. L’assassinio scatena tensioni che potrebbero sfociare in una guerra di bande e in una lotta per il potere; uno dei parenti, Ngai Wing-hau (Francis Ng), subentra al vertice della famiglia riunendo tutti sotto di sé. Intanto la polizia, capeggiata dagli ufficiali Wong (Anthony Wong) e Luk (Hu Jun), tiene d’occhio la situazione con “talpe” collocate nella famiglia criminale, in primo luogo Yan (Shawn Yue, nel personaggio che nel primo film era stato interpretato da Tony Leung Chiu-wai). Sebbene gli spettatori che conoscono il primo Infernal Affairs possano prevedere la direzione che prenderà il prequel, Infernal Affairs II si difende bene come contributo notevole a quella che poi è diventata una trilogia con Infernal Affairs III. Mentre si costruisce il dramma poliziesco all’interno di un cast ben connesso, il film assume un aspetto elegante malgrado la violenza in ebollizione e le recriminazioni che descrive. La produzione ha proporzioni imponenti, si estende tra il 1991, il 1995 e il 1997 per collocare gli eventi su una dimensione impressionante. Sebbene i personaggi di Ming e di Yan siano centrali per il primo episodio della serie, qui gli autori li collocano ai margini della trama principale e permettono a caratteristi affermati di gestire le interpretazioni più potenti. Eric Tsang rivisita Sam, il suo personaggio in Infernal Affairs, ma in una fase in cui lui non era ancora un capobanda, e stabilisce la sua relazione con il poliziotto Wong. Francis Ng è superbo nei panni di Ngai Wing-hau e Carina Lau viene introdotta nella serie con una parte importante come moglie di Sam.

Si ringrazia per la collaborazione il Far East Film Festival