Elixir of Love

0
64

Dopo aver attinto ai profumi come elemento dell’intreccio di Lavender (2000), Riley Ip si rivolge a un altro tipo di odori con la commedia d’ambiente storico Elixir of Love.

ELIXIR OF LOVE
– Dut hiu yuet yuen
di Riley IP (2004)

Durata: 106′
Origine: Hong Kong
Produzione: Media Asia Films Ltd
Sceneggiatura: Kam-Hung Yip
Interpreti: Kenny Bee, Eric Kot, Suet Lam, Fong Lik-Sun, Richie Ren, Miriam Yeung Chin Wah

Questa volta gli olezzi sono decisamente pungenti, per una principessa affetta fin dalla nascita dalla Sindrome Acuta da Ripugnanza Seria (una malattia fino ad allora incurabile che fa puzzare la neonata a tal punto da far svenire le sue balie). L’imperatore, che non trova motivi per festeggiare il nuovo arrivo in famiglia, bandisce la figlia dal palazzo imperiale e la fa crescere da sola in una residenza su un lago. Gli anni passano, e la principessa (Miriam Yeung) è ormai cresciuta quando i suoi genitori decidono che è ora di trovarle marito. Quando i possibili pretendenti quasi soffocano e fuggono via alla prima zaffata della giovane donna, si invitano degli specialisti a trovare una cura per la malattia della principessa: colui che ci riuscirà potrà averla in moglie. Il giardiniere e mago dei profumi Shum Mong-kai (Richie Jen) viene a sapere della gara nella sua città natale e si dà da fare per trovare una cura. Nel cercare persone su cui sperimentare le sue pozioni, si imbatte in tre pescivendoli e nella loro socia puzzolente (di nuovo Miriam Yeung). Ignaro dell’impressionante somiglianza della giovane donna con la principessa, Mong-kai prova i suoi intrugli su di lei e intanto affronta la dura competizione con il Medico di Corte (Kenny Bee) e il suo agopuntore preferito. Ambientato nell’antica Cina, Elixir of Love è una storia piena di colore. Le locations si spostano da palazzi grandiosi a set dall’aspetto rurale a pittoreschi paesaggi campestri, il tutto accompagnato da interpretazioni vivaci e da una colonna sonora allegra. La ricerca della cura per la principessa offre divertenti scene di sperimentazione e la rivalità con il Medico di Corte fornisce qualche intrigo leggero. La commedia si sviluppa dalle semplici battute sulla SARS, all’inizio del film, fino alla principessa che combatte i banditi con il suo olezzo, e coll’avvicinarsi della conclusione arriva anche un messaggio romantico a impadronirsi della scena per un finale da fiaba.

Tim Youngs

Si ringrazia per la collaborazione il Far East Film Festival