A Guangzhou no singles nelle case economiche in città

0
42

1 Gennaio 2008 – Il New Express Daily ha pubblicato lunedì un trafiletto che dichiarava che i singles del Guangzhou non possono fare richiesta per un’abitazione in città, poiché un nuovo regolamento emanato ha ristretto solo alle famiglie la possibilità di usufruire e godere di tale privilegio.

La ragione di tale restrizione sarebbe dovuta all’intenzione di risolvere il problema delle case per coloro che hanno delle basse entrate economiche, per questo motivo infatti sono state paragonate le abitazioni dai costi minori con quelle che possono permettersi fornite dal governo locale ed è emerso che solo le famiglie che hanno un certo tipo di esigenze possono permettersi di richiedere e accedere alle case a basso costo in città.

La legge che ha iniziato ad essere effettiva dal 18 dicembre ha escluso i singles dalla possibilità di richiesta di una casa a basso costo in città, specificando che per ottenere i moduli è necessario ed obbligatorio farne richiesta come nucleo familiare: marito, moglie, genitori e figli non sposati.

In risposta alla possibilità che alcune coppie possano divorziare dopo aver ottenuto la casa a basso costo, la legge ha previsto che ogni componente della famiglia deve firmare con il proprio nome sul contratto.

Il regolamento stipula che le case economiche possono essere vendute solo dopo cinque anni dal giorno della firma del contratto d’acquisto.

In questo modo le famiglie, possono decidere di vendere la loro proprietà unicamente dopo cinque anni dalla firma del contratto dopo aver ricevuto l’atto di proprietà, che impiega circa due anni prima di divenire effettivo.

In aggiunta questa legge richiede alle famiglie di dimostrare una lista di proprietà dei propri valori, di qualsiasi tipo,che parta da un minimo pari all’ammontare di 800 RMB (circa 80 Euro).

Fonte: CRIEnglish