Cosplay glorie del passato ... vince Lamù

0
426

Molti Cosplay sono ispirati dalla fantasia di chi decide di travestirsi, dalla creatività, dallo spirito di realizzare con l'utilizzo di quello che si trova un costume che crei un personaggio.

Tips: Cosplay Glories of the Past ... Lum Wins
Lum, created by Rumiko Takahashi is still hot in China and many images from Japan and other parts of Asia have spread on the Chinese net, nostalgia maybe? Following a selection from the manga (1975) and animated series "Mademoiselle Anne" (Haikarasan ga Tooru) (1978) by Waki Yamato: Ranmaru Fujieda.

Spesso però, la trasformazione a tema è indotta da qualcosa di già noto: videogiochi, personaggi Fantasy o manga contemporanei. Ma tra le fonti d'ispirazione dei travestimenti vi sono anche le vecchie glorie del passato dei cartoni animati nipponici. Sono apparse nell'ultimo periodo sul web cinese le immagini di alcuni nostalgici che hanno infatti ripreso:

Dalla serie manga (1975) ed animata (1978) “Mademoiselle Anne” (Haikarasan ga tooru) di Waki Yamato: Ranmaru Fujieda.

  

Ranmaru Fujieda Cosplay 

Dalla serie manga (1977) ed animata (1978) “Galaxy Express 999” (999, Ginga Tetsud? Sur? Nain) di Leiji Matsumoto: Maisha.

 

Maisha (Galaxy Express 999) Cosplay

 

  

  

 

Sailor Venus Cosplay

Dalla serie manga ed animata (1992) “Sailor Moon” ( Bish?jo Senshi S?r? M?n) di Naoko Takeuchi, Sailor Venus.

Dalla serie manga (1978) ed animata (1981) “Lamù la ragazza dello spazio” (·.·´¯`·.·•Urusei Yatsura•·.·´¯`·.·) di Rumiko Takahashi: Lamù, Benten e Kurama.

Urusei Yatsura

Lamù - Lum Cosplay

  

 

  

 

  

Benten cosplay

  

  

Kurama Cosplay

  

Sul web sono molte le giovani che si sono volute trasformare nell'eroina venuta dallo spazio ed il risultato è, ovviamente, sempre differente, ad ogni modo è la più gettonata seguita dalle altre protagoniste della serie. Saranno forse i completini disegnati dalla fantasia della Takahashi a riscuotere tanto successo ? Io credo proprio di sì !!! Nonostante siano passati quasi trent'anni dalla creazione di questi personaggi e look, sono perennemente attuali e frizzanti. Inoltre un fattore che avvicina il mondo di Lamù alla Cina è la derivazione del suo nome, infatti, la protagonista spaziale principessa degli orchi Oni, chiamata originalmente Lum, è stata così battezzata in associazione alla modella di Taiwan Agnes Lum, molto famosa in Giappone negli anni '70, abituata a posare in bikini.