Peko e Poko in Cina

0
182

E' facile in Cina imbattersi in Peko e Poko, i due simpatici testimonial della società giapponese specializzata in dolciaria Fujiya

Peko, la bimba, solitamente ha due fiocchi rossi in testa che fermano due codini, ha una maglietta gialla ed una salopette rossa, mentre Poko, il bimbo, si presenta spesso con un cappellino blu, maglietta azzurra e salopette blu.

Le due mascottine che sorridenti propongono caramelle al latte, cioccolata, biscotti e quanto di più stuzzicante possa attirare l'attenzione dei giovani golosi cinesi e stranieri che si aggirano in Cina, sono ritrovabili inoltre in negozi di gadgets e design su scatolette in metallo, toys, portachiavi, accessori per il cellulare, borsette alla moda e magliette che presentano le loro immagini stilizzate.

 

La briosità delle due faccine giapponesi è piaciuta così tanto da portare il brand alimentare cinese Shineway Group, terzo produttore di salumi nel mondo, a prendere il volto di Peko e con delle leggere varianti farla diventare la sua testimonial per la sua linea di salumi e salsiccie.

Insaccati cinesi della ditta Shineway Group
Dolciaria giapponese della ditta Fujiya

Non vi sono dubbi sul fatto che sia proprio Peko la prima “ispirazione", perché oltre alle inconfondibili somiglianze tra la giapponesina e la cinesina (occhi ad arco, linguetta in fuori, bocca sorridente, stessa attaccatura di capelli e salopette, se pur con diversi colori) sul retro della busta, che vende una decina di salsicciotti, l'immagine della testimonial è ribaltata rispetto a quella del fronte. Infatti il volto sul retro è fedele al verso in cui si trova per la maggiore il volto di Peko nei loghi.

Foto: web, CinaOggi