Aumentano gli aborti delle teenagers di Hangzhou

0
90

16 febbraio 2007 - E' stato riscontrato nella provincia del Zhejiang, nell'est della Cina, che a Hangzhou è notevolmente aumentato, in questo periodo di vacanze dalla scuola o dal college, il numero delle studentesse teenagers che si recano nelle cliniche gratuite locali per portare a termine delle gravidanze indesiderate.

Un indaffarato dottore del Hangzhou Youth Reproduction Health Service Center ha riferito che è diventato difficile stare dietro a tutte le domande di aborto.

Zheng Weili, direttore del centro e che rilascia consulti ed aborti gratuiti alla studentesse, ha dichiarato che prima di questo periodo vi erano due o tre operazioni d'aborto al giorno, ma da quando sono iniziate le vacanze invernali, precedenti al Festival di Primavera per i festeggiamenti del capodanno cinese, ogni giorno hanno come minimo dieci aborti a richiesta di studentesse cinesi dai 16 ai 21 anni, la maggior parte è però tra i 18 e i 20..

Zheng, che gestisce anche una hotline che sulla riproduzione e salute, dice che chi chiama si informadei servizi gratuiti per lo più tramite i compagni di classe o tramite siti internet.

Crede che molte studentesse incinte decidano di abortire perché non vogliono che la scuola o i compagni di classe sappiano, credono che le vacanze siano quindi il tempo migliore ed ideale per l'operazione e per ristabilirsi, facendo così nessuno della scuola verrà a conoscenza dell'accaduto.

Il Today Morning Express ha scritto che al Hangzhou Hospital of Traditional Chinese Medicine, la scorsa settimana si è persino recata una quindicenne, accompagnata dalla madre.

La ragazza aveva detto ai medici di avere un ciclo metruale irregolare, ma dopo una serie di esami il dottor Fu Ping ha constatato che la ragazza era incinta di due mesi. Il medico le ha segnalato che sottoporsi a troppi aborti può rendere le pareti dell'utero sottili e addirittura perforarle, senza contare che può provocare in alcune donne sterilità.

Fonte: China Daily, Xu Xiaomin