Festival delle lanterne

0
203

5 Marzo 2007 – Tutta la Cina ieri, 4 Marzo, tra fuochi d’artificio, danze con i dragoni, lanterne ed esibizioni di vario genere ha celebrato il Festival delle Lanterne.

A testimoniare vi sono le ricche gallerie sui media di stato cinesi. Sono state scelte le immagini del drago di Yan’an, nella provincia dello Shaanxi nel nord della Cina, di persone di Hangzhou, nel Zhejiang nell’est della Cina, con maschere che ricordano durante i festeggiamenti l’anno corrente del maiale.

Appaiono scatti di giovani cinesi avvolti da decorazioni di lanterne a Taiyuan, capitale della provincia dello Shanxi, nel nord della Cina, o degli abitanti di Linfen al Gulou Plaza che scrivono i propri nomi sulle lanterne.

A Baotu Fountain, nella provincia del Shandong, per il festival i lavoratori hanno preparato diversi tipi di lanterne, mentre Tianjin è stata decorata con svariate lanterne colorate.

Il giorno prima del Festival ed oggi, gli abitanti della contea di Fanchang, nella provincia dell’ Anhui hanno hanno portato in giro per le strade cittadine delle panchine di legno, lunghe 2 metri l’una, decorate di lanterne, per un totale di 200 metri di decorazioni festive.

La performance del drago cinese danzante, carico di lanterne che sprigionano luci di fuoco, è stato uno dei punti massimi dei festeggiamenti nella contea di Taijiang nellla prefettura autonoma di Qian Dongnan, nel Guizhou nel sud ovest della Cina, dove risiedono i gruppi etnici dei Miao e Dong. Gli abitanti del luogo si sono esibiti facendo ballare contemporaneamente 48 dragoni lanterna per immergere tutti nello spirito del Festival delle lanterne. Per evitare spiacevoli incidenti ed assicurare la massima sicurezza, polizia e vigili del fuoco si trovavano nelle vicinanze delle esibizioni.

Gli abitanti della contea di Puding, sempre nel Guizhou si sono esibiti nel “Chonglong”, ballo tradizionale, anche questo con un dragone danzante.

Il Festival delle Lanterne, che è anche chiamato Yuan Xiao Jie, cade due settimane dopo il Festival di Primavera, meglio noto come Capodanno Lunare Cinese, i festeggiamenti però in alcune realtà cinesi, come nel villaggio Nansha a Shantou, nella provincia del Guangdong, avvengono 19 giorni dopo e vedono una preghiera speciale con una lunga processione di lanterne per le vie della città.

Fonti Originali e Foto: CRIEnglish – Eastday – En.ce.cn – Xinhua