A Pechino ogni due giorni muore un bambino per cause accidentali

0
58

22 gennaio 2007 – Da uno studio del Morning Post è stato rivelato che ogni due giorni, a causa di incidenti e danni casuali, muore un bambino sotto i 17 anni a Beijing, nella capitale cinese.

Il Farmers and Workers Democratic Party Beijing Municipal Party Committee ha riferito che da un’indagine sulle cure mediche e cause delle ferite dei bambini di Pechino è stato trovato che sette bambini su 13000 muoiono; la ricerca ha dimostrato che a Pechino 754 su 1,4 milioni di bambini sotto i 17 anni muoiono per lesioni o danni accidentali ogni anno.

Lo studio ha trovato che a causa degli incidenti, ogni giorno 10 bambini vengono sottoposti ad interventi di chirurgia ricostruttiva e cure mediche.

Ogni giorno gli ospedali hanno sedici bambini che necessitano un ricovero ospedaliero di un minimo di dieci giorni. Centoventi, inoltre, hanno bisogno che i genitori li curino e veglino durante la permanenza ospedaliera.

Tre su sette muoiono per le lesioni. La fascia d’ età tra i cinque ed i nove anni è quella più a rischio per le lesioni avvenute accidentalmente. I casi di bambini con fratture sono numerosissimi nell’ambito degli incidenti casuali, sono anche molti i casi di bambini morsi , più di quelli degli incidenti stradali. Circa 640 su 100000 ogni anno è morso da un animale, per una media di 2,4 bambini morsi ogni giorno.

Le vaccinazioni e le cure mediche, a caso, costano circa 235 RMB, per questo la capitale della Cina spende circa 2,11 milioni di RMB per cercare di aiutare i piccoli morsi da animali.

Per l’alto numero di bambini a rischio, il Farmers and Workers Democratic Party Beijing Municipal Party Committee ritiene che sia necessario creare un sistema di monitoraggio dei bambini, per evitare che possano correre rischi di incidenti o infortuni accidentali. La comunità, come pure le istituzioni educative, devono riportare i casi ai dipartimenti in modo tale che le città possano avvertire i genitori e studiare la maniera più appropriata per curare la salute dei bambini.