Cina e parti plurigemellari

0
105

11 gennaio 2007 – I media ufficiali di stampa cinese hanno dedicato due gallerie di parti plurigemellari.

All’ospedale municipale di Anqing, nella provincia di Anhui nell’est della Cina, lo scorso dicembre, Shi Youqin, una giovane venticinquenne, ha dato alla luce 5 neonati: tre bambine e due bambini.

Il Shanghai Evening News riporta che nell’ospedale affiliato all’Università di Fudan, nel Jiangsu, ieri una giovane ha partorito quattro bambini, due maschietti e due femminuccie. Dopo una gravidanza di 34 settimane.

La ventisettenne, Yang Chunyan, proveniente da Xuzhou, è stata sottoposta ad un cesario alle 8:50 del mattino per aggevolare la nascita dei bambini.

I piccoli ora sono sottoposti a cure mediche poiché soffrono di asphyxia neonatale. La più “vecchia” pesa 1930 grammi, il secondo 2000 grammi, il terzo 2165 grammi e la più “piccola” 1870 grammi. Uno dei piccoli è stato diagnosticato con una malattia polmonare congenita, già da quando Yang si sottoponeva agli ultrasuoni.

I parti plurigemellari di norma avvengono anche dopo trattamenti per la cura contro la sterilità, molti in Cina però sono convinti che vi siano donne che si sottopongono a tali terapie, pur non necessitandone, solo per avere la possibilità di avere più di un figlio, per aggirare la legge del figlio unico.