Oggi in Cina le donne in primo piano

0
24

In questi primi giorni dell’anno, come negli ultimi mesi del 2006, i media ufficiali di stato in Cina dedicano la maggioranza delle notizie al mondo femminile, tanto da sembrare un magazine rivolto alle donne anche per quello che riguardano gli aspetti della salute e cura del corpo.

Esistono già i media ufficiali esclusivamente dedicati al pianeta delle donne, ma Xinhua, Chinadaily, CRIEnglish e gli altri media più importanti mettono in luce quotidianamente realtà, problemi o curiosità che riguardano il mondo femminile. Oltre a proporre ai propri lettori gossip, curiosità e stranezze sui personaggi femminili d’oltre oceano, come Madonna, Jolie, Aniston, Hurley etc … ed esporre le figure femminili cinesi più affascinati e più note della scena cinematografica e musicale, i media cinesi si accostano alle donne meno note dal pubblico internazionale o del tutto sconosciute anche alla Cina. Di sicuro sconosciuta al pubblico cinese, ma ora sarà riconosciuta dai passegeri, la donna che ha partorito su un treno da Xi’an, capitale della provincia dello Shaanxi nel nord ovest della Cina, diretto a Shanghai. La gestante è stata aiutata da un medico svedese e da altri passeggeri che si trovavano sul treno. Zhou Yuan, residente a Shanghai ed incinta dell’ottavo mese, si era recata nello Shaanxi per incontrare i suoi genitori per circa due settimane e stava ritornando a casa in treno, ma dopo circa due ore che il treno aveva lasciato Xi’an, ha iniziato a sentire un dolore all’addome, facendo scattare la preoccupazione dell’intera vettura e successivamente l’annuncio su tutto il treno per la ricerca di un medico a bordo. Dopo circa mezz’ora, una donna di nome Anna parlando in inglese dichiarava di essere una dottoressa svedese e di non capire il cinese, ma con l’aiuto del marito che aveva una conoscenza di base le ha detto che qualcuno aveva bisogno del suo aiuto medico. Con l’aiuto di Lu, un passeggero che ha aiutato nella traduzione, Anna è riuscita ad aiutare Zhou a partorire in tre ore un bambino. Sia madre che figlio erano in ottime condizioni all’arrivo a Shanghai.

Dal cambio di look delle belle come Vicky Zhao o Fang Bingbing è immediato anche il passo a gallerie o trafiletti dedicati alle ragazze di Super Girls ad Hong Kong. Ieri dieci cantanti provenienti dalle edizioni 2005 e 2006 di super girls hanno partecipato ad una serata canora live al Queen Elizabeth Stadium di Hong Kong; per molte di loro è stato il loro primo debutto nell’ex colonia Britannica. Ad accoglierle striscioni di fan di molti giovani anche provenienti dalle vicine città di Shenzhen e Guangzhou. La seconda classificata del 2006, Tan Weiwei, ha eseguito una cover di una canzone dell’honkonghese Eason Chan, spopolando con un frastuono di applausi. Li Yuchun, che è stata importante per l’edizione 2005, ha attirato l’attenzione su di sé con la hit di Michael JacksonBlack or White“. Si sono esibite anche Shang Wenjie e le due gemelle Reborn. La critica ha considerato questo concerto una strategia di marketing per promuovere la scena musicale della mainland nel mercato di Hong Kong. Le giovani hanno ricevuto la notorietà grazie al programma considerato la versione cinese di “American Idol”.

L’importanza di queste ragazze nella sfera mediatica cinese è forte anche perché le giovani rappresentano una figura di ragazze contemporanee non ricche, ma che per talento ed impegno sono riuscite a raggiungere una popolarità straordinaria in tutta la Cina diventando beniamine di molti adolescenti che come loro sognano di essere ammirati per talento e doti. Alcune di queste giovani hanno anche look molto particolari che non rappresentano per nulla la bellezza classica femminile, anzi con tagli quasi punk e capelli a spazzola, corpi più androgeni che femminei, ugualmente sono promotrici per la gioventù cinese che pur invasa da un capitalismo e consumismo sfrenato, cerca di trovare una stabilità nelle qualità ed abilità. Queste ragazze sono diventate i modelli di questa sicurezza.

Il Beijing Time riferisce che le danzatrici sorde del China Disabled People’s Performing Art Troupe hanno ballato in ricchissimi e lucenti costumi per lo show “My Dream” a Madrid.

Grazia e perfezione del ritmo sono chiaramente visibile nei movimenti delle ballerine sorde che per via del disagio non potrebbero percepire e quindi danzare a sincrono balli così complessi e particolari, ma anche questa volta l’abilità e l’impegno dimostrano che si possono superare i propri handicap; per questo motivo sono state dedicate loro diverse gallerie immagini nei maggiori organi di stampa in Cina.

Una madre di Chongqing, città del sud della Cina, ha regalato alla figlia i suoi vecchi regali di matrimonio per aiutarla ad imparare a divenire industriosa e frugale.

Nel matrimonio collettivo sembra essere emersa la madre per la semplicità dei regali

Il Chongqing Shang Bao riporta che la famiglia ora è prosperosa e non ha mancanza o necessità di denaro, ma la madre ha voluto dare alla figlia i suoi vecchi regali nuziali, poco costosi per celebrare il matrimonio della giovane ricordandole quanto era difficile in passato e per darle modo di apprezzare il salutare presente che vive.

La ragazza ed il marito, che ora avranno una vita di coppia indipendente, hanno promesso di conservare con cura i regali e trasmetterli ai propri figli come beni e come valori importanti di vita.

Un sociologo della Chongqing Academy of Social Science ha applaudito con rispetto il gesto. Crede che molti genitori in Cina oggi credono che sia necessario fare ai propri figli dei regali costosi, ma non si preoccupano della necessità spirituale e morale, ritiene pertanto che questa madre comportandosi così ha dato anche un segno di educazione e rispetto alla figlia. Chinadaily oggi scrive che a Zhengzhou, capitale della regione dello Henan, He Jia, una donna di 38 anni, è alla ricerca di un marito. La signora, che indossa un abito con un fiocco rosso, è riuscita ad attirare l’attenzione solo dei passanti. Divorziata da ormai dieci anni dalla mattina del 27 dicembre sosta tra Zhongyuan Road e Xinghuabei Street, aspettando l’anima gemella in quell’intersezioni di strada. Desidera trovare uno sposo che la ami e trascorra la vita con lei, anche perché il figlio ormai diciottenne, in età universitaria, tra non molto lascierà l’ovile per seguire il suo percorso. Il figlio interpellato ha riferito di comprendere ed appoggiare pienamente la madre.

Insomma i media ufficiali cinesi si dedicano sempre più alle donne nelle diverse fasi della vita, nascita, adolescenza, disabilità, matrimonio, divorzio.