In Cina pareri discordanti per scuole d'addestramento cani

0
48

29 dicembre 2006 - Portare i cani dall'addestratore può essere una cosa normale ed ordinaria in occidente, ma non è scontata per la Cina poiché è un nuovo fenomeno.

La cosa sorprendente è che la novità ha creato pareri contrastanti e dubbi quando a Wuxi, città dell'est della Cina, è stata aperta una scuola di addestramento per cani.
Il Yangzi Evening News ha riferito che la scuola per gli amici a quattrozampe, il cui nome è Happy Dog Training School, costa 2000 RMB (circa 200 Euro) per un corso primario di etichetta, mentre dai 3000 ai 6000 RMB (circa 300 - 600 Euro) per un training d'obbedienza.
L'apertura della scuola è avvenuta ad ottobre e da allora vi sono stati già sei cani che si sono presi il patentino che certifica la buona riuscita del corso.

Zhu Min, il dirigente della scuola, riferisce che tutti gli addetratori sono qualificati nel training dei cuccioli o hanno competenze e certificati di altri corsi di specializzazione, alcuni di loro hanno anche il proprio kit personale di materiale per insegnare.

Però alcuni abitanti della zona sono molto dubbiosi e diffidenti nel spendere così tanti soldi per educare un cane.

Geng, un residente della zona, dice che il costo della scuola è molto più alto del mantenimento delle tasse scolastiche di un bambino a scuola. Non è una cifra alla portata di una persona qualsiasi, non è neppure moralmente ammissibile richiederla, sapendo che solo pochissimi possono affrontarla.

Un docente Universitario, Ms. Chen, pensa che forse sarebbe meglio che alcuni proprietari di cani imparassero per sé l'etichetta prima di pretenderla dagli animali.

Alcune persone viziano così tanto i propri cani che questi arrivano a non comportarsi più come tali.