Transessuali al centro dei media in Cina

0
135

26 dicembre 2006 – I transessuali stanno attirando sempre di più l’attenzione dei media di stato cinesi, sia ChinaDaily che Xinhua nell’ultimo mese hanno dedicato loro gallerie fotografiche e trafiletti.

Aveva inaugurato il mese di dicembre Liu Xuanyi, che dopo l’invito del governo cinese all’uso responsabile dei preservativi non solo per le coppie etero, ma anche esteso alle coppie omossesuali, si era fatta ritrarre con un vestito particolare.Condom China

Liu Xuanyi, venticinquenne transessuale di Nanning, città della provincia autonoma del sud della Cina di Guangxi Zhuang, aveva proposto un vestito composto da 300 preservativi per una campagna di prevenzione all’AIDS in occasione della giornata mondiale. Liu è inoltre il primo transessuale del Guangxi.

 

Chinese transOggi, invece, hanno colpito l’attenzione dei media cinesi due transessuali, Bai Lu, che è diventata una donna e Geng Zi, che è diventato un uomo. I due per le feste hanno visitato una clinica di riabilitazione di Xiamen, nella provincia del Fujian nel sud della Cina, dove si trovano ricoverati pazienti con problemi di paralisi mentale. Bai Lu e Geng Zi hanno donato all’ospedale 5000 RMB (circa 500 Euro), per l’apertura di un Transsexual Funds per i pazienti che soffrono di paralisi celebrale, in cura nel centro medico di Xiamen.

I media in Cina hanno iniziato a dedicare più spazio e puntare i riflettori sui trans già dal 2003, nell’ottobre erano stati approvati i matrimoni con transessuali, mentre a novembre le luci erano puntate su Chen Lili e sulla riuscita del suo cambio di sesso. L’operazione così perfetta aveva permesso alla nuova donna di iscriversi al concorso di Miss Universo, espulsa poiché considerata una bellezza artificiale a dicembre 2004, si era piazzata al secondo posto d “China’s Miss Artificial Beauty”.

I quotidiani riportano sempre più notizie su uomini o donne cinesi che richiedono agli ospedali di essere sottoposti ad un ciclo di operazioni per cambiare sesso.

Nel 2005 Zhang Li, un uomo di 51 anni, dopo dieci anni di matrimonio ed una figlia aveva attirato l’attenzione in Cina poiché sentendosi ormai estraneo alla famiglia aveva deciso di diventare una donna. L’intervento per il cambio di sesso dal costo di 300000 RMB (circa 30000 Euro) gli era stato offerto gratuitamente da una clinica cinese di Changsha, per sponsorizzare e promuovere questo tipo di operazioni.

Sina.com riferisce che il numero di interventi per il cambiamento del sesso è in continua crescita dal 1990, anno in cui sono iniziati questi generi di operazioni in Cina.