Free Hugs in Cina già a pagamento

0
116

25 dicembre 2006 – Ma non si chiamavano Free Hugs ?

Buffo quando sono arrivati dall'Australia alla Cina hanno avuto una reazione contrastante, da un lato hanno attirato l'attenzione delle autorità e successivamente sono diventati così popolorari che gruppi di giovani donavano abbracci gratuiti in diverse città cinesi.

La moda ha aperto un percorso sensibile ed ha fatto riflettere persino i gruppi degli studenti di Shanghai che invece hanno proposto gli Smiling team, legandoli anche ad eventi economici come World Expo 2010.

Ma ieri la campagna ha preso una nuova piega: alcune donne difronte ad un centro commerciale di Wuhan, nella provincia dello Hebei nel centro della Cina, mostrando un cartello ai passanti offrivano dieci secondi di abbraccio per 1RMB ( circa 10 centesimi di Euro) rifuggendo la “freddezza”.