Howl’s Moving Castle

0
64

Hauru no ugoku shiro / Howl’s Moving Castle di Hayao Miyazaki (2004)

 

Il film è stato presentato al Festival del Cinema di Venezia.

Durata 119’
Soggetto
Dal romanzo di Diana Wynne Jones
Sceneggiatura Hayao Miyazaki
Musica Joe Hisaishi
Voci Chieko Baisho, Takuya Kimura, Akihiko Miwa
Produttore Toshio Suzuki
Produzione Studio Ghibli
Distribuzione internazionale Wild Bunch
Distribuzione italiana Lucky Red

Sophie ha diciotto anni e ogni giorno lavora instancabilmente nel negozio di cappelli del suo defunto padre. Un giorno, durante una rara escursione in città, per caso incontra il Mago Howl. Howl è ardito e bello, ma come tutti i maghi un po’ smidollato. La Strega della Spazzatura, equivocando la natura del loro rapporto, getta una maledizione su Sophie, trasformandola in una novantenne rugosa. Sophie va via di casa e girovaga in una distesa desolata dove per caso entra nel castello mobile di Howl. Nascondendo la sua identità, diventa la donna delle pulizie. La vecchia petulante Sophie rimette a posto la casa, con molto più brio di quanto ne avesse in origine. Cosa farà Sophie e cosa capiterà tra lei e Howl?

Esiste l’animazione per gli anziani? Hauru no ugoku shiro è un tentativo di risposta

Hayao Miyazaki

Biografia di Hayao Miyazaki
Nasce a Tokyo nel 1941. Dopo la laurea in Scienze Politiche ed Economia all’università Gakushuin, entra a far parte della società di animazione Toei. Come animatore, ha creato molte serie TV e film, spesso in collaborazione con il collega e regista Isao Takahata. Tra gli altri, Miyazaki ha diretto la serie Mirai shonen Conan nel 1978 e il film Rupan sansei: Kariosutoro no shiro nel 1979. Ha fondato con Takahata lo Studio Ghibli nel 1985 e da allora ha diretto otto film. Sen to Chihiro no kamikakushi ha conquistato il record di incassi in Giappone e ha raccolto un lungo elenco di premi, tra cui l’Orso d’oro a Berlino nel 2002 e l’Oscar per il migliore lungometraggio di animazione nel 2003. Hauru no ugoku shiro uscirà questo autunno in Giappone.

 

Il Film presentato a Venezia nel 2006.