GUIDA PER VIAGGIARE CON I BAMBINI IN CINA (da 0 a 3 anni)

Se si decide di fare un viaggio in Cina, con i propri figli (parlo solo di una fascia di età da sotto l'anno ai 3 anni) si deve decidere che tipo di esperienza di viaggio scegliere

0
334

Quando si diventa mamma si tira fuori, in tutti i sensi, il meglio ed il peggio di se stessi. Ecco la nostra Guida per viaggiare con i bambini in Cina per superare alcune avversità ed essere pronti per un viaggio il più sereno possibile.

guida per viaggiare con i bambini in Cina

I pregi vengono moltiplicati come pure i difetti. Se si parte da un carattere con parlantina logorroica (chi ha avuto la pazienza di leggere quello che ho precedentemente scritto nel sito è preparato, per tutti quelli che invece non sono pronti, consiglio di leggere solo i capitoletti di cui possono avere interesse) si arriva a far addormentare chi ascolta o legge con esperienze che possono creare utili percorsi.

La guida per viaggiare con i bambini in Cina

Tutto quello che leggerete è frutto di esperienza personale in Cina con un bambino di 10 mesi.

Ogni viaggio è diverso, ma spero comunque che il mio vissuto possa risultare utile a qualcuno che voglia cimentarsi in un itinerario che per molti aspetti può essere meraviglioso. L'andamento dipenderà molto dal vostro grado di responsabilità, maturità e spirito di adattamento e voglia di avventura. Se poi volete andare sul sicurissimo e spendere, la Cina ha per tutte le tasche ed una sicurezza a 5 stelle c' è sempre per chi la cerca e desidera.

PIANIFICAZIONE DEL VIAGGIO

Innanzitutto se si decide di fare un viaggio in Cina, con i propri figli (parlo solo di una fascia di età da sotto l'anno ai 3 anni) si deve decidere che tipo di esperienza di viaggio scegliere: molte comodità e l'opportunità di vedere qualcosa o soddisfare le proprie curiosità, consci delle difficoltà che questo comporta. Mentre per un adulto solo, o per una coppia, o per un gruppo di amici si possono avere entrambe le scelte, invece per un nucleo composto da adulto/i + figlio/i non è così semplice avere in uguale misura entrambi i privilegi.

Programmare un viaggio in Cina con bambino/i al seguito implica innanzitutto una conoscenza, tramite agenzie di viaggio o tour operatours della sicurezza del luogo o delle tappe, oppure una conoscenza a livello di esperienza vissuta in prima persona, delle mete che si decidono. Personalmente sconsiglio un tour per la Cina di 7 o 15 giorni con dei bambini (variano da agenzie i numeri di date e città da vedere); si vedono molte cose, VERO, c'è la garanzia di essere in Hotel o Alberghi Ottimi e Puliti, ma i piccoli si stressano e si stancano e così stressano e stancano i genitori, perché si abituano e disabituano velocemente ai ritmi.

Le vaccinazioni per i bambini

Prima di programmare un viaggio in Asia, è comunque consigliabile ascoltare i suggerimenti medici del pediatra. Informarsi se la zona dove volete dirigervi necessita per il vostro piccolo di vaccinazioni particolari (è noto che in alcune zone della Cina i bambini sono continuamente a rischio meningite o polmonite. Per questo motivo alcuni medici consigliano di non viaggiare per la Cina con bambini al di sotto dell'anno, poiché non hanno ancora tutti gli anticorpi per schermare alcune malattie epidemiche che si possono riscontrare.

Se in Italia sono consigliati i vaccini e le dovute precauzioni per i bambini che debbono andare al Nido e quindi prendere contatto con altri coetanei, allora sarà da avere maggiori accortezze verso i coetanei incontrati in viaggio sia nei luoghi più puliti che in quelli privi di igiene). Quindi è il caso di domandare al consultorio o al pediatra se la regione dove volete dirigervi è a rischio o no. In caso la vostra permanenza in Cina fosse più lunga, per motivi lavorativi ad esempio, vi conviene chiedere al consultorio medico sugli standard di cure mediche della zona.

Ospedali in Cina

Se la vostra meta è una grande città: Pechino, Shanghai o Hong Kong, potete essere sicuri che a vostra disposizione, in caso di necessità, vi sono grandi ospedali sia nei grandi e lussuosi alberghi che in alcuni centri commerciali con buoni reparti pediatrici e con medici che parlano inglese, tipo il Lufthansa Centre a Pechino. Nelle altre città della Cina, se siete fortunati potrete trovare centri di piccole comunità di stranieri che hanno organizzato ospedali a standard europeo, ospedali di diverse ONG oppure ospedali universitari.

Se il vostro piccolo è già malato (gastroenterite, febbre o raffreddore) è meglio cercare di posticipare la data della partenza, finché non risulta sano da almeno una settimana, poiché l'aria condizionata del volo, degli aeroporti o gli sbalzi di temperatura molto alti potrebbero peggiore lo stato di salute del bimbo. Inoltre, se la zona della Cina dove vi recate non è il massimo in condizioni igieniche, potreste mettere veramente a rischio la salute del bambino.

Un comune raffreddore europeo delle volte può risultare una potente minaccia per i bambini cinesi coetanei, alcuni non hanno gli stessi anticorpi e quindi è consigliabile se il bambino parte già malato, evitare che abbia contatti con altri bambini, non solo per la sua salute, ma anche per quella degli altri. Meglio evitare di viaggiare con un bimbo malato, non solo per le problematiche che comporta a lui e a voi, ma anche perché potreste trovarsi in problemi non da poco se fate scalo ad Hong Kong. Dopo l'epidemia di SARS che ha sconvolto l'Asia, chiunque arrivi nell'aeroporto oltre ad essere sottoposto alla monitorizzazione del proprio grado di salute e al controllo della temperatura corporea, subisce anche una scansione agli occhi.

AEREI PER LA CINA ED IN CINA

Personalmente vi consiglio di cercare voli con meno scali possibili, ovviamente tutto dipenderà dalla vostra meta principale in Cina. Se andate nelle città maggiori è molto facile che abbiate un solo scalo, ma se il vostro desiderio è quello di andare in località della Cina interna o del sud, di sicuro dovrete affrontare voli con due o più scali.

Il peggio che vi possa capitare è trovarvi all'aeroporto e scoprire di non essere stati avvisati, nonostante ne abbiate fatto apposita richiesta, del numero di scali esatti e quindi essere convinti di avere un normale volo per l'Asia di 12 o 15 ore ed invece trovarvi ad affrontare un viaggio di 36 ore (se non volete trovarvi ad affrontare questa maratona, evitate i voli China Airlines poiché quando partono dall'Italia fanno un tragitto a mo' di autobus, a più fermate/scali. Obbligatoriamente essendo una compagnia aerea di Taiwan, fanno sosta a Taipei, ma prima di arrivarvi passano per Bangkok, alcuni anni fa includevano anche Abu Dhabi.

Quando si fanno questi tipi di scali non si può lasciare il bagaglio a mano sul volo e quindi c'è il rischio che il viaggio risulti abbastanza stancante e stressate per il continuo e ripetitivo prendere, scendere, risalire, risistemare).

Bimbo a bordo

Affrontare un viaggio così lungo con un bambino potrebbero scatenare tre possibilità:
- il vostro pargolo è super allegro e vivace, anche troppo, non ha intenzione di dormire, preferisce conoscere chiunque e fare amicizia con tutti durante il viaggio e quindi per tutta la durata dei voli e degli scali c'è la possibilità che i genitori diventino dei tappetini elastici per le acrobazie e salti dalla troppa gioia del bimbo. A volte provare a dare della camomilla può portare ad un effetto contrario. Gli schermi della TV di bordo potrebbero darvi una mano a placare la sua energia oppure portare alcuni dei suoi giochi può aiutarvi ad ottenere un effetto tranquillizzante.

- il piccolo dorme cullato dal suono dei motori e quindi gentilmente il personale di volo, per i bimbi fino ai 16 kg e gli 80 cm di altezza, sistema un piccolo bassinet (culletta) di rete dove il bambino può comodamente dormire.
-il bambino piange per tutto il viaggio scatenando "l'odio" degli altri passeggeri.
Il Personale di volo è sempre molto gentile sia con le famiglie che hanno bambini, sia con i piccoli. Se l'equipaggio è cinese (China Airlines o compagnie aeree per i piccoli voli interni) al posto del pasto baby, (per i bimbi al di sotto dell'anno solitamente è previsto un tris di omogeneizzati di carne, verdure e frutta più acqua), potrebbe arrivavi un pasto uguale al vostro da adulti, a volte un po' troppo pesante per un bambino.

Altre invece potrebbero dimenticarsi completamente del pasto per il piccolo e quindi sarà vostra accortezza ricordare loro di portarvelo. Ad ogni modo in caso dovessero darvi un menù da adulti potete sempre richiedere della frutta, del pane o dei biscotti. Ma se vi portate da casa il cibo andate sul sicuro: fate secondo le vostre abitudini e secondo i gusti del piccolo, così sarete sicuri di avere cibo per il tempo della permanenza nei vari aeroporti degli scali.

Se allattate al seno, forse è il caso di preparare qualche biberon di latte materno, per non rischiare di dovervi mettere ad allattare nei bagni dell'aereo che non sono il massimo della comodità. Aeroporti come quello di Hong Kong hanno apposite stanze sia per cambiare i bambini che per dare la possibilità alle mamme di allattare o di scaldare i biberon.
I voli interni prevedono un grado di preparazione differente, poiché sono per lo più di durata dalle 2 alle 7 ore di volo, ugualmente però bisogna dare attenzione all'alimentazione del piccolo, poiché nei voli interni al 100% non vi sono possibilità di avere cibo adatto a vostro figlio, quindi dovrete provvedere voi anticipatamente a pensare a tutto ciò di cui potrebbe avere bisogno.

MEZZI DI TRASPORTO INTERNI: TRENI - BUS - TAXI - BICI

Devo confessare che non ho mai fatto spostamenti in treno in Cina, quindi posso scrivere solo poche righe, riportando esperienze di altre persone che conosco bene.
Mi è stato detto che le cuccette sono discretamente pulite e garantiscono il fatto di essere isolati e non nella confusione e bolgia, invece i comuni posti a sedere sono abbastanza pieni. Il periodo peggiore per prendere un treno è durante le feste nazionali o nel periodo della Chunjie, la festa di primavera, dove la maggior parte dei cinesi si mette in viaggio da qualsiasi punto della Cina. Non vi consiglio di prendere uno sleeping bus con i vostri piccoli; è vero che i genitori cinesi lo fanno ma non è sicuro neppure per gli adulti.

Igiene nei luoghi pubblici

Bisogna essere impermeabili e ben pronti al numero di germi che può arrivare: il fatto di viaggiare, in Cina, su un autobus che ha delle specie di brande su cui dormire mette di fronte al problema che in questo paese non vi sono orari per mangiare e quindi molte persone portano i cibi con se durante il viaggio: possono essere secchi, precotti, o cotti. Ma lasciano il segno (briciole, gusci di semi di girasole, di uova, grasso o brodo di spaghetti etc ...) Spesso poi non vi è l'opportunità economica o la volontà, da parte dei gestori dei mezzi di pulire materassi, cuscini e lenzuola da un viaggio all'altro.

Per lo più la pulizia viene effettuata 2 volte al mese: quindi molti tragitti, molte persone, strade polverose e terra che penetra dai finestrini creano un grande accumulo di sporco e microbi di qualsiasi specie. Oltre al fattore sporcizia si aggiunge il fattore scomodità, non è per nulla un mezzo adatto per i bambini, poiché non ha molta stabilità sulle strade non asfaltate e quindi salta in continuazione: alto rischio capocciate. La voglia di avventura spinge a prendere lo sleeping bus anche conoscendone tutti gli inconvenienti: prima di essere mamma, ho fatto un viaggio di 15 ore da Kunming a Fugong, ero nelle ultime file, accanto al finestrino a saltare in continuazione, poiché la strada era disastrata, con il pericolo di un finestrino rotto adiacente al lettino e quindi con la possibilità di cascare in un dirupo.

Ovviamente un'esperienza del genere non è una delle migliori da fare con prole. Forse è più consigliabile se si vuole raggiungere certe mete cercare di spostarsi a piccole tranche o secondo i ritmi di sogno veglia del bimbo (è vero che il fuso cambia ma i genitori conoscono i ritmi di sonno e gioco, come pure le debolezze, i pregi o i difetti: approfittare dell'esperienza del conoscere i propri cuccioli per muoversi offre i migliori vantaggi possibili per loro e quindi per voi).

Gli autobus

Gli autobus per muoversi in città sono estremamente economici, se però vi muovete con il passeggino, può risultare abbastanza scomodo dover aprire e chiudere il passeggino, poiché essendo per la maggior parte del giorno molto affollato lo spazio è estremamente ridotto. Durante i periodi estivi può essere davvero molto stressante trovarsi schiacciati dalla folla con un bimbo piccolo ed un passeggino.

Taxi

Spostarsi con il taxi è molto semplice pratico ed abbastanza economico a seconda della vostra destinazione. Il portabagagli dei taxi cinesi, se non è stato riempito da effetti personali del proprietario, è sempre molto capiente ed ospita comodamente il passeggino del piccolo.

Vi sono taxi estremamente puliti, così come altri estremamente sporchi, l'oggetto più sporco da tenere sott'occhio affinché non venga toccato dai bimbi è il posacenere che è sempre zeppo di sigarette. Se avete un bimbo vivace assicuratevi che le sportelle dell'auto siano chiuse con la sicura per evitare spiacevoli inconvenienti.

Bicicletta

Se amate muovervi in bici è facilissimo trovare luoghi dove affittarle, dotate di seggiolini anteriori o posteriori, per tragitti in città o gite in campagna. A vostra discrezione è poi contrattare con l'affittuario il tempo e contrattare il prezzo. State molto attenti a non rischiare di rimanere investiti da altri ciclisti o da macchine o autobus, in media i cinesi hanno una guida molto spericolata e spesso, per strada, si vedono incidenti o involontariamente si può rimanervi coinvolti.

Acqua potabile in Cina

Arrivati in Cina è importante sapere alcune cose: mai dare un biberon di acqua del rubinetto, non è potabile, se lo si vuole riempire è consigliato bollirla o comprare dell'acqua naturale. Se si allatta è di norma consigliabile usare le solite attenzioni che si sarebbero prese nel proprio paese d'origine, ma considerare il fatto che spesso in Asia l'alimentazione differente può causare dissenteria che dalla madre può essere trasmessa al piccolo.

Cibi piccanti

Molto spesso anche i cibi estremamente piccanti o speziati possono variare il gusto del latte e quindi creare delle reazioni di rifiuto in un bambino non abituato ad una madre che non mangiava piccante.

Latte in polvere

Se non si allatta al seno e si usa il latte in polvere per bambini si possono trovare nei mini market o nei grandi supermercati latte in polvere a costi molto bassi.

Si trova con estrema facilità la Nestlé a costi del latte in polvere della Coop o se si decide di sperimentare delle marche cinesi qualificate e certificate come la Sanlu si possono avere costi molto più ridotti e vantaggiosi.

Altri cibi e omogeinizzati in Cina

Se è nel periodo dello svezzamento o mangia quasi tutto è meglio stare attenti ai cibi dei ristoranti, poiché non si può essere mai certi al 100% della freschezza di carne e pesce. E' meglio non comprarli nei mercati da strada o al coperto, lì potete prendere la frutta o la verdura, ma per carne e pesce, si corre il rischio di trovare sporco o insetti i quali sono all'ordine del giorno.

Molto più sicuri posti come Wall * Mart, Parkson, Carrefour, Paul's Shop a Kunming. Potete avere la certezza che tutto quello che viene scelto e macellato è fresco. Il pesce potrete sceglierlo voi ancora vivo e quindi non vi è rischio di dare da mangiare qualcosa che è in via di putrefazione o ricoperto da mosche. I biscotti li potete trovare un po' ovunque mentre il pane fresco viene di norma venduto da alcune pasticcerie, da alcuni Xiaomaibu (piccoli negozietti che vendono un po' di tutto), o nei centri commerciali con prodotti per stranieri.

Tutto questi accorgimenti ovviamente sono da prendersi se avete una cucina da utilizzare. Se fate un lungo periodo e siete in albergo, senza la possibilità di cuocere i cibi, le pappette in vasetto sono la vostra salvezza come pure le polveri da allungare con acqua calda.

Gli omogeneizzati, dominati dalla marca Heinz, hanno costi simili a quelli europei (un unico vasetto costa 7 Yuan cioé 0.70 euro), si trovano tutti i tipi di frutta tradizionali in vasetti da 65 g, non aspettate di trovare esotismi come lampone, fragola, mirtillo o kiwi, ma potete trovare altre combinazioni particolari come zucca + mela + datteri o a base di lychee. I vasetti di verdura da 110g presentano tutte le qualità di verdure ed anche prelibatezze come fiore di loto. Quelli di carne, sempre da 110g, invece hanno solo le varianti di maiale, pollo, maiale e fegato di maiale, manzo e fegato di manzo, fegato di pollo e verdure, non si trova altra scelta di carne, come le confezioni da 80g di tacchino, vitello, coniglio, capra, prosciutto o struzzo che in Europa variano dai 2 ai 2,70 euro per due vasetti.

Le confezioni in Cina sono vendute singolarmente apparte i tris di carne che vedono al costo di 21 Yuan (circa 2,10 euro) combinazioni come manzo + carote, pollo + funghi, maiale + carote + alghe, sempre della Heinz, non esistono quelle di pesce multiple, ma si trova a vasetti singoli solo Tonno o pesce (non è specificato quale) + carote. Per quanto riguarda la qualità, frutta e verdura del vasetto risultano molto simili alle marche che si trovano in Europa, solo le carni ed il pesce, combinati o non, risultano essere molto più liquidi, rispetto allo standard dell'omogeneizzato compatto che si può trovare in occidente.

Per chi quindi preferisse aver una maggiore solidità da offrire al proprio piccolo si possono trovare le polveri di carni e di pesce: manzo + verdure e cereali, pollo + verdure e riso, riso + cereali + pesce e verdure, sempre della stessa marca o di altre marche cinesi da aggiungere agli omogeneizzati o a vostra scelta allungare con acqua calda o da fare come pappetta da aggiungere al riso. Le polveri di verdure o cereali si possono trovare anche con un singolo ingrediente e non combinate, mentre le polveri di carne e pesce sono sempre integrate con qualcos'altro. Si trovano inoltre varianti di succhi di frutta o di soia per i più piccini.

Ristoranti

Se non potete cucinare, ma vorreste che il piccolo mangiasse ugualmente cibi freschi, il massimo della fortuna che vi può accadere è trovare un ristorante di fiducia che vi prepari i cibi che richiedete a prezzi molto più convenienti dell'acquisto dei singoli ingredienti. Ad ogni modo di sicuro, in qualsiasi ristorante si può chiedere al 100% il riso, di norma viene sempre cotto senza sale ed è quindi adatto per i più piccini.

Per il resto è tutto: mistero o sorpresa. Se ascoltano completamente le vostre indicazioni, quindi un pasto per un bimbo no sale, no cipolla o cipollotti o erba cipollina o porri, no aglio, no piccante, no prezzemolo, no spezie varie (cumino, coriandolo etc) potrebbero darvi verdure o carni adatte all'alimentazione del vostro bimbo.

Ma una buona percentuale di chi prende le ordinazioni non ascolta o le passa in modo errato alla cucina dove vengono preparati i cibi, quindi potrebbero arrivare piatti super piccanti, cipollosi ed agliosi, non adatti al piccolo. Assaggiate il piatto, anche se all'aspetto sembra apposto è consigliabile testare, poiché le incomprensioni nella comprensione sono all'ordine del giorno.

Non è per pignoleria o diffidenza acuta, ma il fatto è che, posso dirvi che ho sperimentato più volte comprensioni incomprese. Ho la pressione mooooooltooo bassa, per questo motivo non posso, non gradisco e non voglio, mangiare piatti con aglio.

Nonostante in vari ristoranti fosse stato specificato più volte "No aglio" "Non non voglio aglio" "Non posso mangiare aglio" "L'aglio mi fa male" e sembrava tutto chiaro, il più e più delle volte, è arrivato più aglio che di cibo. Una volta in cui sembrava tutto chiarissimo e la cuoca aveva ripetuto filo e per segno le frasi sono arrivati piatti con circa 10 picchi di aglio interi. Una volta invece dopo aver chiesto che venisse rifatto un piatto di zucchine e pomodori che era arrivato stra colmo di aglio, è ritornato senza pomodoro ma con super aggiunta di aglio (chi conosce il cinese, può capire che non vi è nessuna assonanza che può far confondere o giustificare il fatto che venga tolto un ingrediente come il pomodoro "fanqie" o "xihongshi" anzichè l'aglio "da suan").

Ovviamente questa è una mia esperienza e non vale come regola ma spesso nelle ordinazioni vi sono dimenticanze. Capita che si ordinino 5 piatti (2 di carne, 2 di verdura 1 di stuzzichini ) per un 87% uno dei 5 non arriverà mai oppure verrà scambiato con il piatto di altri. Non vi è da stupirsi, penso sarà capitato a molti di andare ad ordinare in una pizzeria da asporto e dalla fretta di tornare a casa per degustare la prelibatezza non si controlla e poi si scopre di aver la pizza di un altro. O.K. per la pizza o per i piatti sbagliati o confusi di noi adulti non vi sono problemi, ma per quelli dei cuccioli è un discorso diverso, non possono perire o star male per via di errori o cialtronerie. Quindi allerta.

Valutate anche il grado di freschezza dei prodotti del ristorante dove vi state accingendo a richiedere il cibo per i vostri figli. Cercate di capire se gli ingredienti sono veramente freschi e che le condizioni igieniche del ristorante siano le più alte possibili.

Vestiti per bambini

In caso i vostri piccoli avessero esaurito la scorta di body, vestitini o bavaglini, vi sono innumerevoli negozi dedicati esclusivamente all'infanzia. I costi dell'abbigliamento sono inferiori rispetto a quelli europei, solo le grandi marche internazionali che fanno vestiti anche per i bimbi hanno prezzi come i nostri. I body invece, anche se di marche cinesi sconosciute, hanno uguali o maggiori costi rispetto all'Europa. Effettivamente partendo dal presupposto che la maggior parte dei bambini cinesi non adopera i pannolini, il body risulta un indumento superfluo o adatto solo ai bambini più ricchi che portano i pannolini che conosciamo anche noi.

Giocattoli

Sonaglini e giochetti per i più piccini si trovano quasi ovunque, ovviamente non tutti a norma di sicurezza, ma nei negozi appositamente per piccoli si possono avere più certezze di materiali idonei. Per i più grandicelli peluches, palline o altri tipi di giochi sono disponibili a tutti i costi e per tutte le tasche.

Muoversi in città

Per muoversi in città il passeggino è consigliabile, ma diventa più complesso per i giri nella periferia o in campagne, a meno che non sia un super buon passeggino resistente alle stradine sassose e polverose. Chi non deve fare molti scali o soste troppo lunghe, può anche pensare di compare in Cina un passeggino a costi molto contenuti, le ruote e la struttura in plastica sono leggermente più piccole, ma la solidità in genere è garantita. Se il peso del vostro bambino è ancora accettabile per la vostra schiena, potete portarvi il marsupio o tranquillamente acquistarlo al costo di 38 Yuan (3,80 euro).

Per una lunga permanenza in appartamento, il piccolo può ritrovare la comodità del suo girello, al costo di 125 Yuan (12,50 euro), dotato di giochetti, luci e musichette. Si possono trovare anche dei tricicli che sono una via di mezzo tra girello, triciclo, e bici, i quali possono essere la gioia dei vostri pargoli.

Per il loro divertimento giornaliero sia per strada, che nei complessi abitativi si trovano discrete aree giochi con giostrine ed altalene varie, mentre all'interno dei grandi parchi, accanto alle aree relax, vi sono veri e propri parchi divertimento, tipo Gardaland, con giostrine per i più piccoli ma anche per i grandi. Molte città della Cina presentano vaste aree verdi che potrebbero esservi d'aiuto nei momenti in cui i vostri piccoli vogliono gattonare o correre.

Per il sonno dei vostri figli vi sono lettini in legno o con ossatura a struttura metallica e pareti in rete. Di norma però i lettini vengono venduti anche con il supporto per la culletta interna ed i costi variano dai 200 Yuan ai 600 Yuan ( 20 ai 60 euro). Sono solidi ed hanno materassini confortevoli, ma non è facile trovare i para colpi per evitare che i piccoli si facciano male con le sbarre in legno o metallo. Ovviamente si può utilizzare qualche cuscino con degli spaghetti ai 4 angoli da legarsi al letto per evitare brutte testate dei pargoli.

Moltissime persone dai 3 anni in su vorranno fare amicizia, toccare, prendere in braccio, sbaciucchiare il vostro piccolo. Personalmente ho iniziato a rendermi conto di quello che sarebbe accaduto in Cina già dal volo aereo. Hostess, Steward e molte altre persone in aereo avevano gli occhi a cuoricino: non è così comune vedere un piccolo bimbo occidentale in volo verso l'Asia.
La troppa curiosità ed il troppo amore a volte portano a far passare da un braccio all'altro in giro per tutto l'aereo il vostro pargolo, il quale potrebbe essere estremamente felice vedendo tante persone, colori, sentendo rumori e voci di volti sorridenti che allo stesso tempo fanno confusione e lo mettono al centro dell'attenzione. Un bimbo riesce a soddisfare le sue curiosità, ma al prezzo di farvi preoccupare quando non riuscite a capire dove possa essere finito ed in braccio a chi.
Questa spontaneità in aereo funge da introduzione a ciò che accadrà nelle città cinesi. Se già essere stranieri crea curiosità, figuriamoci un piccolo laowai (straniero) . La maggior parte dei cinesi ama molto i bambini, ama scherzare e giocare ed avere la possibilità di essere in contatto con uno straniero piccolo stimola al massimo la loro voglia di conoscere e divertirsi. Se siete andati in Cina senza la copertura dei vaccini idonea e siete preoccupati e monitorizzate il bimbo in continuazione, forse è il caso di avvertire le persone che incontrate o che conoscete, delle vostre preoccupazioni, o se il bimbo è raffreddato cercate di allontanare possibili contagiati o possibili aggravanti al raffreddore.
Vi saranno tre situazioni principali da affrontare: - Persone istruite e non che non capiranno e vi risponderanno "Non importa io sto bene" anche se prima hanno avuto un attacco di scatarro o si sono soffiate il naso senza pulirsi le mani. Mani pulite o sporche o discorso dei vaccini spiegato per filo o per segno: il bambino è troppo interessante porta ad uno stato di amore cieco.
- Poi vi saranno mamme, papà, nonne e nonni che accompagnando figli o nipotini a vedere il vostro pargolo, saranno in ansia più per voi che per loro e si allontaneranno sorridendo e se vi incontreranno nuovamente, anche a distanza di moltissimo tempo vi chiederanno lo stato della salute del piccolo con viso preoccupato.

- Infine vi sono quelli che alla parola malato o mal di pancia nonostante abbiano un forte interesse, si spaventano e scappano via, senza neppure spiegare il discorso della vaccinazione. Per strada raramente vi sono blocchi ma può capitare però che prepotentemente ragazze o ragazzi vi fermino per potere ammirare il vostro piccolo. Di norma se entrate in un negozio o se siete in un ristorante si crea attorno a voi una capannina di gente incuriosita che vuole giocare o scherzare con il piccolo. Il problema si presenta per lo più nel ristorante, perché non è mai semplice mangiare circondati da 5 o 6 persone che vi guardano e scrutano o intrattengono il bimbo, la situazione diventa imbarazzante, ma non è così semplice spiegare ad alcuni che non siete in un acquario a farvi ammirare.

Alcuni poi desiderosissimi di poter toccare vostro figlio, sono disposti a superare qualsiasi barriera, passeggino, para sole o pioggia e copertine pur di sentire la pelle vellutata di un bimbo. Poco male se è una persona pulite, il problema si pone se la persona è malata e voi non lo sapete o è sporca. Il fatto è che alcune regioni della Cina sono veri e propri serbatoi di malattia e per delle piccole disattenzioni queste malattie si trasformano in epidemie, vedi la SARS o altre forme di meningite o polmonite. I vostri piccoli in Cina potranno fare amicizia con moltissime persone e bambini della loro età, sarà a vostra discrezione valutare le condizioni igieniche idonee.

Se i vostri bimbi sono facilmente impressionabili, c'è da stare attenti per le strade di città o in alcune campagne perché si possono vedere persone poverissime in pessime condizioni che chiedono l'elemosina o mendicanti fermi sugli stradoni mutilati o mezzi nudi che mostrano le proprie ustioni o impressionanti protesi di qualche arto meccanico. A volte anche per un adulto non abituato può rimanere colpito ed impressionato da certe visioni.

Dominique Musorrafiti