Intervista a Zhou Xun

1
120

intervista_zhou_xunQuattro chiacchere con Zhou Xun

Udine - FAR EAST FILM - 29 Aprile 2004


Com'è lavorare con tanti registi famosi?
Ogni regista è diverso dunque per me è un grande onore avere la possibilità di lavorare con loro. Il lavoro di attore è, in questo, privilegiato e mi ritengo fortunata per aver sempre avuto la possibilità di esprimermi liberamente con loro.

Se potessi scegliere, con quale regista ti piacerebbe lavorare?
Spero di poter lavorare con ogni tipo di regista perché ognuno di loro può insegnarmi cose diverse. Ad esempio ho lavorato con Li Shaohong per cinque anni e con lei si è istaurato un ottimo rapporto di collaborazione. Il vantaggio di instaurare un rapporto continuativo mi permette di ottenere risultati migliori nella recitazione.

Come scegli i film che ti vedono interprete?
In modo molto naturale, come quando tu decidi di ascoltare una canzone che ti piace perchè senti che è adatta a te.

Tra tutti i personaggi da te interpretati, ce n’è uno che per carattere più ti si avvicina?
Quasi tutti i miei personaggi hanno qualcosa di me ma, a volte, non me ne rendo conto immediatamente. Ad esempio, dopo aver finito di girare Baober in Love ho scoperto di avere molte cose in comune con il mio personaggio che prima non avevo realizzato.

Che tipo di personaggio ti piace interpretare?
Ho interpretato molti ruoli drammatici, donne sensibili, quasi tutte con una forte capacità interiore ed indipendenza. In gioventù ho studiato danza nel Zhejiang. Questa cosa mi ha molto aiutato nell'interpretazione dei personaggi dando loro una certa fluidità nei movimenti. Non studio mai la parte, ma intereagisco man mano che le riprese vanno avanti e il personaggio prende così vita.

Che cosa c'è di Zhou Xun in Baobei, la protagonista di Baober in Love?
La delicatezza e la determinazione ad andare avanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Intervista: Dominique Musorrafiti, Matteo Damiani
Traduzione: Loredana Favero