Sempre più Paesi colpiti dalla sars

0
32

29 aprile- Continua a crescere il numero dei paesi nel mondo colpiti dalla sars. Per il 6 maggio a Bruxelles è previsto un consiglio straordinario dei ministri della sanià dell'Ue che discuterà esclusivamente l’unico tema della polmonite atipica. A Seul c’è già un primo caso accertato di polmonite atipica. L'istituto nazionale della sanità della Corea del Sud è intenta a cercare di rintracciare telefonicamente tutti i passeggeri del volo su cui ha viaggiato l'uomo proveniente da Pechino, ed ha obbligato i passeggeri seduti accanto a lui a rimanere chiusi nelle proprie abitazioni in attesa di una visita medica a domicilio. Ci sono già 13 casi di pazienti con sintomi sospetti. Due casi accertati sono stati confermati in Mongolia e quattro probabili in isolamento, queste persone provenivano dalla Mongolia cinese. Nella capitale Ulan Bator sono già stati vietati tutti gli assembramenti pubblici, i raduni ed i concerti. C’è anche un primo caso sospetto in Nuova Zelanda: una donna appena tornata da un viaggio dalla Cina, che dopo essere stata dimessa dl’ospedale è stata messa in isolamento nella sua abitazione. A Singapore i morti a causa della polmonite killer sono saliti a 23 mentre sono 201 gli infetti. Fortunatamente non sembrano esserci altri contagi da giorni in Vietnam e Canada. Toronto è uscita dalle città sotto divieto dell’Oms.