Annullata la settimana d’oro

0
37

Pechino - 23 aprile - Per cercare di evitare una maggiore diffusione del virus della sars, la Cina ha deciso di cancellare la "Settimana d’oro": il ponte festivo legato al Primo maggio, dall'1 al 7. Gao Qiang, vice ministro della Sanità, ha annunciato la cancellazione del ponte legato alla Festa del lavoro, il quale è una consuetidine di questi ultimi anni, introdotta nel 1999, per contribuire e rilanciare l'aumento dei consumi, con decine di milioni di persone in un esodo di massa che si spostano per il paese in bus, treno o aereo. Il Primo maggio resterà ugualmente un giorno festivo per la Cina, ma non così gli altri giorni della settimana, nella speranza che i cinesi evitino i viaggi e dunque non rischino di propagare ulteriormente il virus della polmonite atipica, che ha già catastroficamente messo a dura prova l’Asia. Questa decisione, il cui scopo è quello di evitare lo spostamento di un massiccio numero di persone che potenzialmente potrebbe provocare la diffusione di questa epidemia, è una misura che il governo cinese ha preso con molte difficoltà, poiché avrà come risultato notevoli perdite per il turismo e per l’economia, le quali sono già state messe alle strette dal virus; ma forse il problema relativo alla salute delle persone prende sempre più campo ed interesse nella sfera delle preoccupazioni primarie della Cina che sembra finalmente ora mettere la vita dei suoi abitanti sopra ogni altra cosa.