La polmonite atipica continua a mietere vittime

0
21

Canton – 26 marzo – L’epidemia di polmonite atipica continua a preoccupare le autorità sanitaria di mezzo mondo.

Intanto è stata confermata dalle stesse autorità di Pechino che l’origine del virus è cinese. In un primo tempo si sapeva che le vittime in territorio cinese erano state cinque su trecento casi accertati, adesso, invece il numero delle vittime è salito fino a trentuno, mentre sono svariate centinaia i casi di persone infettate un po’ in tutto il mondo. Solo nella capitale del Guandong, Canton, dal 16 novembre 2002 sino alla fine di febbraio i morti sono stati 24, secondo l’Ufficio della sanita’ della provincia. Dalla ricca regione meridionale il virus poi si sarebbe propagato nelle altre grandi città del Sud Est asiatico, e da lì, nel resto del mondo. L’allarme dunque resta alto nella regione. Ad Hong Kong ad esempio molte scuole hanno invitato i propri alunni a non presentarsi nelle aule per l’alto rischio di contagio. Le autorità sanitarie hanno dato luogo ultimamente ad una vera caccia all’uomo, per cercare di rintracciare un gruppo di turisti che aveva alloggiato nell’albergo dove era stato individuato il focolaio della malattia.