Cina: no a nuova risoluzione ONU

0
41

Pechino - 25 febbraio - Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha dichiarato la necessità da parte americana di aprire un dialogo bilaterale con la repubblica Nord Coreana per scongiurare un peggioramento della situazione. Secondo Pechino tutte le parti in causa dovrebbero lavorare per mantenere la pace nella zona, abbassare i toni alfine di denuclearizzare la penisola coreana e risolvere i problemi seguendo una via diplomatica e politica. Stessa politica viene perseguita nei confronti della crisi irachena. Il governo cinese difatti sposa in pieno la linea di Francia, Germania e Russia (potenziare le ispezioni delle Nazioni Unite): non c'è dunque necessità di una seconda risoluzione ONU. Il ministro degli esteri cinese Kong Quan ha sottolineato la posizione di Pechino quando gli è stato chiesto di commentare la posizione di USA, Inghilterra e Spagna sul problema Irak.